Papaya: le proprietà benefiche del frutto tropicale

La papaya aiuta a prevenire l'ossidazione del colesterolo, contrasta l'azione dei radicali liberi e migliora la digestione

La papaya è un frutto originario delle zone tropicali americane, ha un sapore dolce e gustoso ed è ricca di proprietà benefiche per l’organismo. Scopriamola insieme.

Principali caratteristiche della papaya

La papaya è il frutto di una pianta che appartiene alla famiglia delle Caricacee, ha una polpa dolce e succosa di colore arancione ed apporta circa 35-40 kcal per etto.

Il frutto fornisce all’organismo soprattutto carboidrati sottoforma di zuccheri semplici, ma anche proteine e grassi.

Il frutto contiene anche grandi quantità di vitamina C, ma anche vitamina K, vitamina E e vitamina A, oltre che flavonoidi, acido folico, acido pantotenico e sali minerali come rame, potassio e magnesio. Vediamo ora quali sono i benefici che la papaya apporta all’organismo.

Benefici della papaya

I benefici che la papaya apporta all’organismo sono diversi e dipendono dal fatto che il frutto è ricco di vitamine, minerali e antiossidanti.

La papaya, ad esempio, migliora la salute del cuore aiutando a prevenire l’ossidazione del colesterolo ed evitando la formazione di placche aterosclerotiche spesso causa di infarti e ictus. Il frutto è inoltre un’ottima fonte di fibre, sostanze che aiutano a ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Ancora, la papaya è un frutto che ha importanti proprietà antiossidanti, utili per contrastare l’azione dei radicali liberi e proteggere così l’organismo dall’invecchiamento cellulare.

In questo modo, il frutto ci protegge anche dal rischio di patologie gravi come disturbi cardiovascolari e tumori.

Infine, la papaya, quando giunge a completa maturazione, contiene la papaina, un enzima che agisce nello stesso modo dei succhi gastrici, migliorando così la digestione. In più, come già accennato, la papaya contiene fibre che aiutano la regolarità intestinale e prevengono il rischio di cancro al colon, legandosi alle tossine cancerogene e tenendole lontane dai tessuti sani.

Controindicazioni della papaya

I semi di papaya, in alcuni paesi asiatici, vengono utilizzati come contraccettivo naturale dagli uomini. Tuttavia, occorre fare attenzione perché l’assunzione prolungata dei semi di papaya può portare all’infertilità maschile, una condizione fortunatamente reversibile.

La papaya non è un frutto adatto alle donne in gravidanza, dato che contiene la papaina, un enzima che se da un lato facilita la digestione, dall’altro può indurre contrazioni uterine.

Infine, coloro che sono allergici al lattice devono fare attenzione, perché nella scorza del frutto ne sono contenute discrete quantità che possono provocare reazioni.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuovo corso di laurea in Cannabinologia: la novità introdotta dall’America arriva anche in Italia

Benefici e controindicazioni della tisana al carciofo

Leggi anche
Contents.media