Proprietà e benefici del biancospino

Il biancospino è un rimedio naturale molto utile per mantenere in salute sistema il circolatorio grazie all'attività cardioprotettiva e antiossidante.

Il biancospino è una pianta perenne della famiglia delle Rosaceae diffusa in tutta Europa, Nord Africa, Nord America e Asia Occidentale. Cresce spontaneamente nelle zone montane e le sue proprietà medicinali sono conosciute da secoli. Si tratta di un rimedio naturale molto utilizzato allo scopo di mantenere in salute l’apparato cardiocircolatorio in quanto il biancospino ha proprietà cardioprotettive e antiossidanti molto importanti.

Proprietà del biancospino

Il biancospino ha proprietà molto utili a mantenere in salute il cuore e il sistema cardiovascolare. Possiede molti flavonoidi, potenti antiossidanti che eliminano i radicali liberi e sono utili a prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari. Risultano anche utili a ridurre il colesterolo cattivo nel sangue.

Questa pianta vanta la capacità di fungere da cardioprotettore naturale perché induce alla dilatazione delle arterie coronariche che portano il sangue al cuore.

Riesce in questo modo a ridurre la pressione arteriosa e risulta molto utile in caso di ipertensione lieve e moderata.

Nel biancospino ci sono molti proantocianidoli, sostanze che aumentano la forza del cuore di contrarsi e prevengono l’insorgenza di aritmie cardiache. Sono utili per ridurre la tachicardia, l’extrasistole e prevenire quindi complicanze come infarti e angina pectoris.

Il biancospino contiene anche vitexina, un principio attivo che agisce come ansiolitico naturale.

Per questo motivo questa pianta ha un’azione rilassante e risulta utile nelle persone molto nervose che vogliono calmare stati di ansia ed eliminare l’insonnia e l’angoscia.

Utilizzi

I principi attivi del biancospino sono contenuti sia nei fiori che nelle foglie e nei suoi piccoli frutti rossi. Si può utilizzare sia come infuso e tisana che come tintura madre e decotto. Anche l’estratto secco è molto apprezzato e spesso viene impiegato a livello cosmetico nella preparazione di creme per pelle grassa o a tendenza acneica.

Per realizzare una tisana di biancospino dovrete mettere 1 cucchiaio di fiori e foglie in infusione all’interno di una tazza di acqua bollente. Dopo aver atteso 10 minuti potete filtrare e bere ancora calda. Suggeriamo di berla per sei settimana circa due volte ogni giorno.

In erboristeria potete trovare tintura madre di biancospino: consigliamo di assumerne 40 gocce tre volte al giorno lontano dai pasti e la sera prima di andare a dormire.

Controindicazioni del biancospino

Il biancospino non ha particolari controindicazioni ed effetti collaterali. In generale si sconsiglia di assumerlo nel caso si soffra di pressione bassa perché tende ad abbassarla ulteriormente. Nel caso prendiate medicinali per regolare la pressione, suggeriamo di consultare il medico di famiglia per comprendere se è possibile assumerlo lo stesso.

Le donne in gravidanza e quelle durante l’allattamento non devono assumere biancospino e anche i bambini sotto i 12 anni di età devono evitare di utilizzarlo.

In alcune occasioni il biancospino può portare a un aumento delle palpitazioni e alla tachicardia, altre volte a mal di testa e vertigini o ancora vampate di calore e disapnea. In tutti questi casi è fondamentale sospendere l’assunzione del rimedio naturale e rivolgersi al proprio medico di famiglia per comprendere il perché di questi fenomeni.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Allergia al polline: cause, sintomi e terapia

I migliori esercizi per le spalle con i manubri

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.