Notizie.it logo

Prurito agli occhi: le cause e i rimedi

Le cause del prurito agli occhi

Quali sono le cause del prurito agli occhi? Riconoscere i sintomi per una cura efficace.

Il prurito agli occhi è molto frequente nelle persone, e può causare malessere e fastidio. Può colpire l’occhio sinistro, destro, oppure entrambi. Ecco perché ora vedremo le cause ed i rimedi di questo disturbo.

Prurito agli occhi: le cause

Esistono diverse cause per il prurito agli occhi, le più comuni sono:

  • Cause chimiche: il prurito agli occhi, può manifestarsi per colpa del contatto con sostanze irritanti che si trovano nell’area, nel cloro delle piscine, nelle creme, saponi o detergenti per la casa.
  • Cause patologiche: le patologie che possono creare prurito agli occhi, sono le allergie, congiuntivite batterica o virale, uveite o altre forme patologiche.
  • Cause di infezioni alle vie respiratorie: è possibile avere il prurito oculare grazie a raffreddori o influenze che possono causare arrossamenti o pruriti.
  • Cause ambientali: lo smog, le polveri, tabacco, acari o esposizioni solari possano causare spiacevoli pizzicori oculari.

Possibili sintomi

Ogni condizione è a se. In base alla gravità della causa che porta prurito agli occhi, abbiamo degli specifici sintomi.

Ma che sintomi si ha?

  • Occhi rossi
  • Secchezza
  • Lacrimazione
  • Fotofobia
  • Dolore nella parte interessata
  • Prurito
  • Visione offuscata
  • Gonfiore

Inoltre, ci possono essere altri sintomi legati ad altre parti del corpo, come il naso accompagnato da bruciore:

  • Naso che cola
  • Starnuti
  • Naso chiuso
  • Scolo retronasale

In altri casi, se il bruciore agli occhi è accompagnato da questi sintomi e diventerà un grave problema, sarà necessario una visita medica:

  • Dolore eccessivo
  • Sanguinamento dagli occhi
  • Secrezioni dense di colore verde o giallo all’interno dell’occhio
  • Grave visione offuscata
  • Forte fotopsia

Rimedi contro il prurito agli occhi

Almeno che non si tratti di congiuntivite, il prurito agli occhi non è contagioso, ma può comunque sia essere fastidioso ed irritante.
Se il disturbo dovesse continuare, sarà necessario effettuare una visita medica dall’oculista, così da fornirci una diagnosi ed un’approfondita soluzione per risolvere il problema e non causare nessun danno futuro.

L’oculista ci visiterà attraverso una lampada a fessura per poter vedere meglio se la causa può essere allergica, se ci sono secrezioni biancastre o giallognole o se si tratta di semplice congiuntivite oculare.

Ma che trattamenti possiamo utilizzare per il prurito oculare? Ovviamente ogni trattamento è a se, in base alla gravità. Per smorzare i sintomi del dolore è consigliato mettersi un collirio, pomate, lacrime artificiali o ricorrere agli antistaminici.

Ma ci sono anche rimedi naturali: un esempio è utilizzare del miele per pacare l’irritazione, il miele è un potente antinfiammatorio naturale, possiamo anche fare dei lavaggi con acqua fredda per sciacquare l’occhio, applicare sull’occhio pezzi di cotone freddi, così da fare un impacco, fare un risciacquo con soluzione salina, tamponare l’occhio con un panno impregnato di camomilla o applicare delle fette di cetriolo sulle palpebre.

Sarà meglio utilizzare questi rimedi fin da subito così da non avere complicazioni future.

Prevenzione

Ma che precauzioni posso adottare, per prevenire il prurito oculare? Innanzi tutto, non strofinarsi gli occhi per evitare ulteriori irritazioni, lavarsi sempre le mani per eliminare eventuali batteri o germi presenti sui palmi o sulle dita, usare lacrime artificiali e fare impacchi per fermare il prurito sulle palpebre.

Se il dolore prosegue anche all’aperto con l’esposizione solare, allora dovrete procurarvi degli occhiali da sole con protezione ai raggi UV.
Un’ultima cosa, se portate lenti a contatto, meglio evitarle portando gli occhiali, per attenuare il prurito ed il dolore.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.