Notizie.it logo

Ragno violino morde un uomo a Terni: cos’è e dove si trova

ragno violino

Il ragno violino ha un veleno solitamente non letale: un uomo di Terni ha però rischiato la vita a causa di un morso

Il ragno violino è un aracnide di origine mediterranea, che trova spesso rifugio presso le nostre abitazioni. Generalmente non aggressivo, dispone tuttavia di un pericoloso veleno: a Terni, un uomo di 59 anni ha rischiato la vita a causa di un morso. Risulta quindi importante imparare a riconoscere questo esemplare e capire come comportarsi se morsi.

Ragno violino

Un ufficiale della polizia municipale di Terni ha seriamente rischiato di perdere la vita nei gironi scorsi, a causa di complicazioni sorte in seguito al morso da parte di un ragno successivamente identificato come un ragno violino. Giunto in ospedale in condizioni gravissime, l’uomo di 59 anni parla di sé come di un miracolato, termine che non possiamo definire eccessivo: febbre, reni collassati e braccio in necrosi è il quadro clinico che si è presentato davanti ai medici del pronto soccorso di Terni.

Con evidenti difficoltà a parlare l’uomo ha fornito ai dottori tutte le informazioni necessarie per riuscire a ricostruire la causa della sua condizione.

A nulla erano serviti esami specifici ed ecografie, le condizioni dell’uomo si aggravavano di ora in ora. Poi, attraverso una dettagliata ricostruzione delle giornate precedenti, i medici hanno compreso quale fosse l’origine del problema, e sono stati in grado di risolverlo con una cura antibiotica specifica.

Il contatto con il ragno violino è avvenuto nel giardino di casa, quando l’uomo ha infilato la mano in un sacco di gesso e ha visto un piccolo ragno marrone arrampicarsi sul suo braccio sinistro. Allontanatolo, non ha dato peso all’accaduto, non avendo sentito alcun dolore. Nei giorni successivi però ha dovuto prendere atto della comparsa di due croste rosse in corrispondenza del punto dove aveva scacciato il ragno, seguite poi da un’evidente tumefazione e da un aggravarsi delle condizioni generali. Ormai fuori pericolo, l’uomo ha rischiato complicazioni cardiache ed epatiche, oltre all’amputazione del braccio. Ora è sano e salvo e spende parole di profonda gratitudine verso i medici che gli hanno salvato la vita.

Ragno violino dove vive

Il ragno violino non è un aracnide di per sé letale.

Normalmente si può trovare all’interno di abitazioni e garage, tra i mobili o dietro i battiscopa: tende a cercare luoghi caldi per tutto l’inverno (attenzione quindi quando riponete biancheria e coperte, in quanto può nascondersi in luoghi accoglienti) per poi uscire d’estate. Di colore marroncino, dalle dimensioni che variano tra il centimetro e il mezzo millimetro (più grosso l’esemplare femmina, più piccolo ma dalle zampe più lunghe il maschio), il suo nome deriva da una macchia scura presente sul capo, la cui forma richiama vagamente un violino.

Puntura ragno violino

Il ragno violino ha 6 occhi distribuiti in tre paia, a differenza degli 8 degli altri aracnidi. È un ragno normalmente poco aggressivo, che se provocato tende ad allontanarsi. Talvolta però, nei casi di maggior pericolo, arriva ad iniettare tramite le mandibole un veleno a forte azione necrotica, che porta all’ulcerazione dei tessuti. La pericolosità del veleno risiede nella possibilità di entrare in circolazione e raggiungere organi vitali, creando necrosi e danni gravissimi.

Il morso non è quindi fatale in sé, ma può diventarlo se trascurato (cosa che avviene di solito, in quanto le mandibole del ragno violino normalmente non arrecano un dolore significativo all’uomo).

Se ci si accorge di essere stati morsi è essenziale catturare subito l’esemplare per poter permettere il riconoscimento dal tossicologo, e poi lavare la ferita per evitare infezioni batteriche. Per il riconoscimento non è necessario che il ragno sia vivo, ma è importante capire subito con che esemplare si ha a che fare per permettere di individuare la cura migliore rapidamente.

© Riproduzione riservata
Leggi anche