Notizie.it logo

Infezioni delle vie urinarie: farmaci e rimedi naturali

vie urinarie

Le infezioni alle vie urinarie sono curate con farmaci specifici, ma anche alcuni rimedi naturali risultano efficaci per il trattamento. Vediamo quali sono

Si definisce infezione delle vie urinarie la condizione in cui si registra un’elevata presenza di microrganismi nelle urine tale da causare danni all’organismo. E’ possibile porre rimedio a questo problema seguendo un trattamento farmacologico che possa eliminare i batteri responsabili dell’infezione.

Infezioni vie urinarie

Riconoscere un’infezione di questo tipo è abbastanza semplice. Alcuni tra i sintomi più evidenti sono: bruciore quando si urina, bisogno frequente e intenso di urinare, dolore alla parte lombare della schiena o al pube, febbre, urine scure o con sangue. In questi casi è importante rivolgersi al proprio medico di fiducia che può prescrivere gli esami necessari.

Infezioni vie urinarie: farmaci

Il medico curante determinerà i farmaci più adatti alla situazione, valutando la storia clinica personale e i risultati del test delle urine. Molti farmaci possono avere effetti collaterali, è, quindi, sempre molto importante consultare il proprio medico prima di assumere qualsiasi medicinale.

Gli antibiotici usati più frequentemente per il trattamento delle infezioni del tratto urinario sono sotto forma di pillole.

Generalmente, il trattamento farmacologico ha una durata compresa tra i tre e i dieci giorni.

Farmaci

Alcuni dei farmaci utilizzati più frequentemente per combattere queste infezioni sono: Trimetoprim, Amoxicillina, Ampicillina, Norfloxacina. Le infezioni del tratto urinario causate da microrganismi, come la clamidia, possono essere curate con antibiotici quali azitromicina, tetraciclina o doxiciclina. Ricordiamo che le indicazioni sui farmaci sono riportate solo a scopo informativo. E’, infatti, possibile acquistarli solo con prescrizione medica. E’ fondamentale rivolgersi al proprio dottore nel caso in cui sia necessario iniziare un trattamento farmacologico.

Sebbene i sintomi possano diminuire in un giorno o due dall’inizio della terapia, è necessario assumere i farmaci prescritti per tutta la durata consigliata dal medico. In caso contrario, infatti, si potrebbe incorrere in un rischio di ricaduta.

Durante la menopausa è possibile contrarre più facilmente alcune infezioni del tratto urinario perché l’assottigliamento dei tessuti della vagina e dell’uretra può rendere queste aree meno resistenti ai batteri.
La terapia ormonale sostitutiva, sia sistemica che vaginale, può essere d’aiuto.

E’, però, necessario rivolgersi al medico curante per valutare l’opzione di questo trattamento.

Ricovero ospedaliero

Gravi infezioni ai reni possono richiedere il ricovero ospedaliero e il trattamento con antibiotici via endovena, specialmente se nausea, vomito e febbre aumentano il rischio di disidratazione e impediscono la deglutizione. Le infezioni ai reni possono richiedere da 2 a 6 settimane di terapia antibiotica, ma se prese in tempo, possono essere trattate con un ciclo antibiotico di 10 giorni.

Infezioni vie urinarie: rimedi naturali

Come per ogni infezione, è fondamentale il riposo. Solo così, infatti, il corpo può avere le energie necessarie per combattere l’infezione.

Ogni infezione urinaria necessita, inoltre, di una grande quantità di liquidi per poter essere adeguatamente curata. Bere molto consente anche di urinare più costantemente, eliminando i batteri e mantenendo le vie urinarie più pulite. E’ necessario, perciò, tenere sempre a portata di mano una bottiglietta dii acqua. Se bere acqua risulta difficoltoso, è possibile integrare la quantità di liquidi necessaria anche con tisane, tè, vellutate e zuppe.

Un’altra modalità consiste nell’assumere liquidi attraverso cibi che ne contengano molti come anguria, melone, finocchi, asparagi.

Alimenti

E’ fondamentale, inoltre, introdurre nella dieta alimenti ad alto contenuto di vitamina C. Questa, infatti, ha la capacità di rafforzare il sistema immunitario, combattendo l’infezione. Alcuni cibi ricchi di vitamina C sono: agrumi, kiwi, fragole e rosa canina.

Un vero e proprio toccasana in caso di infezioni urinarie è il mirtillo. Questo frutto ha straordinarie capacità antinfiammatorie e antibatteriche. E’ possibile consumare mirtilli freschi interi o sotto forma di succo.

Anche la tintura madre di uva ursina è altamente consigliata in queste situazioni. L’assunzione raccomandata è di 40 gocce al giorno, diluite in un bicchiere d’acqua.

Per quanto potrà sembrare strano, anche i peduncoli di ciliegia possono essere utili. Il modo migliore per assumerli è quello di preparare delle tisane da bere durante la giornata fuori dai pasti. Altre tisane per combattere le infezioni delle vie urinarie sono quelle di tarassaco, finocchio, betulla e carciofo.

E’, inoltre, consigliabile evitare caffé, alcol e cibi molto salati in caso di infezioni.

© Riproduzione riservata
Leggi anche