Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Notizie.it logo

Ricetta pane integrale: ingredienti e preparazione

pane integrale

Il pane integrale è un tipo di prodotto da forno molto benefico per la nostra salute e anche molto gustoso. Conosciamolo meglio.

Il pane integrale è piuttosto semplice da preparare. Scopriamo quali sono i suoi ingredienti e cosa dobbiamo sapere circa la sua preparazione in questo articolo.

Pane integrale

Il pane integrale è un pane che viene, appunto, realizzato con la farina integrale, non raffinata. Esistono tantissime ricette riguardanti questo alimento, tutte piuttosto differenti l’una dall’altra. Si tratta di un alimento benefico, sostanzioso e nutriente, con un potere saziante migliore rispetto a quello raffinato. Il consumo di cibi raffinati ha ormai preso piede un po’ ovunque, a scapito dei cibi più rustici. La farina integrale dovrebbe, invece, essere reintrodotta nella nostra alimentazione, proprio perché molto ricca di nutrienti, di sali minerali e vitamine. Il pane di farina integrale è, inoltre, molto più ricco di fibre rispetto alla versione raffinata. Le fibre sono molto benefiche per il nostro organismo. Innanzitutto hanno un ottimo potere saziante e, inoltre, permettono la riduzione del colesterolo nel nostro corpo. Si tratta, quindi, di un ottimo sostituto del pane bianco.

Essendo integrale, inoltre, a parità di peso, il pane integrale ha leggermente meno calorie rispetto alla versione raffinata.

Presenta, infatti, circa 50 calorie in meno: per 100 g di pane, si hanno 224 calorie. Ha origini antiche e il suo uso proviene dalla macinazione del grano tenero. Il grano viene prima pulito e, poi, viene bagnato per ammorbidire la crusca, andando così a favorirne la rimozione. La farina integrale, però, non è il vero e proprio prodotto della macinazione. La legge italiana, infatti, fissa un contenuto massimo considerato come residuo secco, che impone la rimozione di molta della crusca. Rimane, quindi, il solo cruschello, cioè lo strato di rivestimento sottostante alla crusca.

A norma di legge, il pane integrale deve avere un’umidità massima residua titolata al 14.5%, mentre le ceneri residue devono essere comprese tra l’1,30% e il 1,70%. Deve, infine, avere un contenuto minimo di proteine al 12%,

Ingredienti

Vediamo, adesso, quali sono gli ingredienti per prepararlo. Abbiamo bisogno di:

  • 500 g di farina integrale
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 10 g di sale fino
  • 350 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di malto
  • 12 g di lievito di birra fresco

Questa ricetta è preparata con il lievito di birra. Tuttavia, si può utilizzare anche il lievito madre, se ce lo abbiamo.

La differenza starà senza dubbio nella lievitazione e nel sapore. Il pane di lievito madre è, inoltre, più digeribile rispetto a quello di lievito di birra. Al posto del lievito di birra fresco si può usare quello secco, il liofilizzato, a seconda delle nostre preferenze in merito.

Preparazione

Passiamo, adesso, alla preparazione del pane integrale.

  1. Per prima cosa, dobbiamo sbriciolare il lievito di birra in una ciotola con dell’acqua tiepida (non calda!). Aggiungiamo il cucchiaino di malto (oppure, in sostituzione, un cucchiaino di zucchero) e sciogliamo il tutto.
  2. Nell’acqua rimanente mettiamo il sale, l’olio. Versiamo la farina integrale in una ciotola e andiamo a unire il composto di lievito. Aggiungiamo l’acqua con il sale sciolto e l’olio. Impastiamo bene al fine di amalgamare bene gli ingredienti.
  3. Mettiamo il composto su una spianatoia e impastiamo per 10 minuti, per ottenere un impasto ben liscio. Spennelliamo con poco olio una ciotola e mettiamovi l‘impasto a lievitare, coperto di pellicola trasparente.

    L’impasto dovrà lievitare per un’ora e mezzo oppure due, andando a raddoppiare in volume.

  4. Passato questo tempo, andiamo a prendere l’impasto e lavoriamolo bene, facendo la forma di pane. Andiamo a mettere il tutto in una leccarda foderata con della carta da forno e copriamo con una ciotola di vetro o con la pellicola trasparente.
  5. Mettiamo a lievitare di nuovo fino a che non raddoppierà di volume, eseguiamo dei tagli trasversali sulla superficie e mettiamo in forno statico a cuocere per circa 45-50 minuti, ben caldo a 180 gradi. Facciamo dorare leggermente in superficie e togliamo poi dal forno.

Questa preparazione è perfetta per conservare anche il pane a temperatura ambiente. Si andrà a conservare in un sacchetto di plastica o di carta per alimenti, per circa quattro o cinque giorni. Si può anche congelare la pasta oppure, congelare il tutto una volta cotto. Al momento di servirlo, sarà opportuno farlo scongelare e rinvenire in forno per un paio di minuti, anche al fine di restituirgli la croccantezza.

Si tratta di una ricetta che è molto diffusa nel Nord Italia, mentre nel resto della nostra penisola non è molto conosciuta. Se non vogliamo tale rusticità, possiamo pensare di sostituire la farina integrale con una semi integrale, oppure con la farina raffinata, a piacere. Si avrà, così, una versione molto più soffice e fragrante.

© Riproduzione riservata
Leggi anche