Notizie.it logo

Semi di chia: proprietà, controindicazioni e benefici

semi di chia

I semi di chia sono conosciuti per le loro proprietà benefiche. Vediamo quali sono i benefici, le controindicazioni e come possiamo usarli

I semi di chia sono i semi prodotti dalla pianta della chia, famosi per le diverse proprietà benefiche. Vediamo quali sono i benefici, le controindicazioni di questi semi e come possiamo usarli nella routine quotidiana.

Semi di chia

Questi semi sono piccoli e scuri, usati da secoli dalle popolazioni dell’America centrale e del sud e utilizzati ancora oggi come un elemento base dell’alimentazione. Coltivati principalmente in Messico e in Guatemala, iniziano ad essere importati e venduti in Europa in tempi abbastanza recenti, a partire dal 2009.

La loro fama è dovuta alle proprietà benefiche: questi piccoli semi contengono numerosi nutrienti fondamentali per il benessere del nostro organismo.

Semi di chia: benefici

I benefici di questi semi sono dovuti ai nutrienti che li caratterizzano. Sono infatti una ricca fonte di energia grazie all’elevato contenuto di calcio e di altri minerali quali potassio, ferro, magnesio, zinco, selenio, boro e molibdeno. Ci aiutano a regolarizzare la pressione sanguigna e a controllare i livelli di colesterolo e zuccheri nel sangue.

Sono inoltre un’ottima fonte di vitamina C, A , B6 e B12.

Sono importanti anche per la presenza di antiossidanti e di amminoacidi necessari per la formazione di proteine. Contengono anche Omega 3 e Omega 6, caratteristica che li rende benefici per la salute del cuore e delle arterie. Grazie a questi elementi, aiutano a mantenere il cervello giovane e a prevenire l’invecchiamento della pelle, sopratutto grazie alla presenza di manganese.

Favoriscono le funzioni intestinali e proteggono le pareti dello stomaco contro la formazione di ulcere e infiammazioni. Grazie alla presenza di calcio 5 volte superiore a quella del latte, favoriscono anche la forza e la salute delle nostre ossa. Sono, infine, un ottima fonte di grassi buoni, quindi utili in una dieta corretta ed equilibrata anche volta a perdere peso. Bisogna stare attenti a non esagerare, perché, essendo semi oleosi, hanno molte calorie: 486 per 100 g di semi. Ricordiamo che sono senza glutine.

Semi di chia: controindicazioni

Come in tutte le cose, è importante non eccedere.

Ci sono delle controindicazioni legate al loro consumo eccessivo. Innanzitutto, avendo un ottimo effetto lassativo, è importante non consumarne troppi, sopratutto se si soffre di colon irritabile.

E’ consigliabile non mangiarne più di 25 grammi al giorno. Troppi semi possono causare crampi e gonfiori intestinali. Tendono ad abbassare la pressione sanguigna, quindi è bene evitarli se si soffre di cali di pressione.

Sono sconsigliati in caso di gravidanza e allattamento e quando si assumono particolari tipi di farmaci, per questo è necessario chiedere il parere del proprio medico che saprà valutare caso per caso la soluzione ideale.

Semi di chia: alimentazione

Questi semi possono essere consumati crudi, aggiunti a yogurt, zuppe o vellutate, oppure possono essere utilizzati per preparare ricette dolci o ricette salate. Si può realizzare la farina, oppure il gel, che ha un ottimo potere addensante e che può sostituire anche le uova per un’alternativa vegana.

Si conservano in un barattolo di vetro, al riparo dalla luce e da fonti dirette di calore.

In estate, meglio tenerli in frigo.

Ricette

Questi piccoli semi hanno mille utilizzi in cucina. Si possono aggiungere, a piacimento, un cucchiaio o due di questi sia yogurt e al muesly ottenendo un mix energetico che aiuterà ad affrontare nel modo migliore il resto della giornata. Durante i mesi estivi si può guarnire una macedonia – preferibilmente se con frutta di stagione – con questi semi.

Possono essere usati anche come base per delle barrette energetiche. Sarà infatti sufficiente tritare tutti gli ingredienti scelti per la nostra barretta e successivamente aggiungere anche questi semi. In alternativa si può usare l’olio di chia per unire ed amalgamare tutto il composto.

Ci sono davvero mille usi per questi semi, basta usare un po’ di fantasia e il risultato sarà sorprendente e gustoso.

Semi di chia: dove acquistarli

E’ importante che i semi siano di produzione biologica per non ingerire anche residui di prodotti chimici o pesticidi. Si possono acquistare nei supermercati, nei negozi biologici oppure comodamente da casa su Amazon.

Di seguito riportiamo i prodotti migliori e quelli più venduti.

  • Sevenhills Wholefood a crudo, coltivati con metodi naturali in Sud America.
  • Aceite de Chia, integratore alimentare in capsule
  • Farina di chia biologica

© Riproduzione riservata
Leggi anche