Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Seno rifatto, protesi a goccia o rotonde

seno rifatto

Il seno rifatto è la conseguenza di un intervento molto comune, denominato mastoplastica. Scopriamo vantaggi e svantaggi

Quando si parla di seno rifatto si fa riferimento ad un intervento di mastoplastica. Questa operazione può essere additiva, nella maggior parte dei casi, ma anche riduttiva. Le protesi più utilizzate sono a goccia oppure rotonde.

Seno rifatto

Uno degli interventi chirurgici più richiesti dalle donne di tutto il mondo è quello che aiuta le donne ad avere un seno rifatto. Il risultato è un seno bello e corposo, senza dubbio più rigido rispetto a quello naturale che, invece, appare molto più morbido al tatto. Attraverso l’intervento di mastoplastica additiva, le protesi vengono inserite sotto alla ghiandola mammaria o, in alternativa, sotto il muscolo in una incisione che avviene attorno all’areola. Questa incisione è di piccole dimensioni. L’intervento in genere avviene in anestesia locale.

La presenza o meno di cicatrici dipende da diversi fattori tra cui il tipo di pelle e la grandezza delle protesi. Spesso le donne scelgono l’incisione lungo la piega sottomammaria, proprio perché vogliono evitare tagli intorno ai capezzoli.

Queste cicatrici, con il passare del tempo, tendono a sbiadire fino a diventare quasi del tutto invisibili.

Tra i vantaggi di un seno rifatto, consideriamo il fatto che la donna si percepisce senza dubbio più bella. Questa operazione, dunque, va ad aumentare l’autostima della persona. In alcuni casi, invece, si tratta di qualcosa che non ha a che fare con la bellezza. Alcune donne che, ad esempio, hanno avuto un’esportazione del seno a causa di un tumore, utilizzano questa pratica per ritornare alla normalità.

Per ciò che, invece, riguarda gli svantaggi, è necessario prendere in considerazione le aspettative della persona. A volte, infatti, si pensa di raggiungere un determinato risultato che, però, non arriva. Si genera, quindi, una profonda delusione. Un altro svantaggio sta nella possibilità che l’operazione non avvenga bene: in tal caso, si possono verificare infiammazioni o problemi ben più gravi. A volte è necessario ripetere l’operazione per correggere gli errori commessi.

Malgrado sia un intervento molto comune, è bene ricordare che si tratta di un’operazione chirurgica che comporta, comunque, dei rischi che potrebbero essere anche molto seri.

Si consiglia, dunque, di non sottoporsi a questa operazione prima dei 18 anni. Nonostante molte giovani abbiano il desiderio di rifarsi il seno, è anche utile considerare che questo tende a crescere addirittura fino ai 25 anni.

Per questo motivo, è bene aspettare il più possibile prima di sottoporsi all’operazione. D’altra parte è consigliabile non superare i 50 anni d’età per non incorrere in rischi maggiori dovuti agli effetti dell’anestesia. Ovviamente andranno esclusi anche i periodi di gravidanza e allattamento.

I costi si aggirano tra i 5000 e gli 8000 euro per un intervento di plastica additiva. Più cara è, invece, la riduttiva, dove si può arrivare a spendere addirittura 12-14000 euro.

Seno rifatto: tipologie

A seconda dell’intervento chirurgico effettuato, è possibile individuare vari tipi di seno rifatto. Ciò dipende dalle protesi che vengono utilizzate che possono avere sostanzialmente due diverse forme: rotonde o a goccia. Le più conosciute sono le prime, anche se ultimamente anche quelle a goccia stanno conoscendo una rapida diffusione.

In genere, le protesi rotonde permettono di avere un seno liscio, morbido e più naturale rispetto all’altro. E, proprio come il seno vero, cambiano a seconda della posizione del proprio corpo. Le protesi a goccia, invece, mantengono sempre la stessa posizione. Possiamo, quindi, dire che il primo seno è forse più naturale del secondo. Le protesi vengono scelte su consiglio del chirurgo che conosce quelle che sono più adatte a ciascuno.

Senomax

Ricordiamo che esistono dei prodotti che permettono di dare turgore al proprio seno, senza avvalersi della chirurgia estetica. Attraverso alcuni prodotti è possibile perfino incrementare la taglia del proprio reggiseno. Senomax, ad esempio, può essere indicato in tali casi. Si tratta di una crema che si applica direttamente sul seno, con movimenti circolari, sia di sera che di mattina.

Si tratta di un prodotto completamente naturale che mostra risultati visibili nel giro di poco tempo. Senomax rallenta il processo di invecchiamento della cute, elimina le smagliature e mette in risalto la forma.

Senomax è composto da ingredienti naturali quali: estratto di liquirizia, estratto di fieno, estratto di kudzu, olio essenziale di finocchio dolce, olio d’oliva, olio di germe di grano.

Per visionare il prodotto è possibile cliccare qui o sull’immagine sottostante:

-

Si tratta di un’azienda certificata e, quindi, molto sicura da tutti i punti di vista.

Questa crema non è ordinabile in farmacia, né tramite Amazon. Si può acquistare solamente tramite il sito ufficiale del prodotto, dove vi sono anche molte informazioni circa l’articolo.

Ricordiamo che è possibile approfittare di una promozione. In questo momento, è possibile acquistare tre confezioni di crema al costo di 69 euro. Inoltre, è possibile pagare con contrassegno, ovvero direttamente alla consegna. La spedizione è gratuita.


© Riproduzione riservata
Leggi anche