Notizie.it logo

Sintomi gravidanza: quali sono e come riconoscerli

sintomi gravidanza

Come fare a riconoscere i sintomi gravidanza? Quali sono i più comuni?

La gravidanza rappresenta sicuramente un momento di grande emozione per ogni donna ma è anche un periodo difficile che può comportare numerosi fastidi. Nella fase iniziale può essere complicato riconoscere i segnali che fanno presagire una gravidanza. Pertanto in questo articolo cercheremo di capire quali sono i principali sintomi gravidanza.

Sintomi principali della gravidanza

I primi sintomi possono essere percepiti in maniera diversa da donna a donna. C’è chi li avverte sin dal concepimento e chi invece li avverte solo dopo qualche settimana. Tra i sintomi più comuni c’è sicuramente l’assenza del ciclo. In questo caso però bisogna andare molto cauti, in quanto può capitare che il ritardo sia causato da altri fattori. Pertanto è necessario effettuare il test di gravidanza.

Inoltre è molto importante non confondere le mestruazioni con altre macchie poiché, circa dieci giorni dopo il concepimento, si possono manifestare perdite di sangue.

Queste possono essere causate dalla rottura dei vasi sanguigni dell’endometrio e risultano essere più scure e con una durata minore. Nei primi giorni inoltre il metabolismo inizierà a rallentare e quindi è possibile soffrire di bruciori allo stomaco.

Un altro sintomo molto comune è la nausea. Quest’ultima colpisce una donna su due in gravidanza nei primi tre mesi. A causarla è il cosiddetto ormone HCG e da una sensibilità maggiore dell’olfatto che in gravidanza diventa più acuto. Dopo alcune settimane è possibile che si manifestino ulteriori segnali come ad esempio i cambiamenti nel seno che, a causa del progesterone, inizierà ad essere più pieno mentre le areole inizieranno a scurirsi.

Aumenterà poi la sensazione di stanchezza e un maggiore bisogno di dormire, due sintomi causati dal rallentamento del metabolismo, fondamentale per aumentare le riserve energetiche per il feto.

Potrà inoltre aumentare il bisogno di urinare, un sintomo molto frequente quando il bambino è già abbastanza formato, ma che può manifestarsi anche durante le prime settimane in seguito all’incremento del sangue e del suo afflusso ai reni. La temperatura basale inoltre potrà arrivare a circa 37° gradi per la persistenza del corpo luteo in seguito al concepimento. Infine tra i principali sintomi ci sono poi gli sbalzi d’umore dovuti ai tanti cambiamenti fisiologici e ormonali che avvengono sia a livello ormonale sia a livello mentale.

Come capire se si è incinta

Abbiamo quindi analizzato i principali sintomi della gravidanza, ora però cerchiamo di capire come fare per sapere se i sintomi percepiti indicano se si è in presenza o meno di una gravidanza. Un passo fondamentale per capirlo è quello di effettuare un test di gravidanza.

Quelli che si acquistano in farmacia devono essere fatti dal quarto giorno di ritardo e sono test urinari che rilevano la presenza dell’ormone HCG, ovvero l’ormone che viene prodotto dal trofoblasto quando l’embrione si inserisce nell’utero.

Inoltre, per rilevare tale ormone, è possibile anche effettuare il test del sangue, il quale consente, qualora risultasse positivo, di conoscere anche la data del concepimento. Può essere effettuato già 7/8 giorni dopo e la risposta è molto tempestiva (in genere non supera le 24 ore).

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche