Quali sono le verdure con più alto contenuto di fibre?

Alcune ne contengono più di altre, e dunque possiamo consumarle quando vogliamo sgonfiarci o abbassare il colesterolo: scopriamo le verdure con più fibre.

Quante volte ci siamo sentiti dire che le verdure fanno tanto bene alla salute: la ragione dipende dalla loro ricchezza di fibre, e ne esistono alcune con un contenuto più alto di altre. Vediamo quali sono e in cosa ci aiutano.

Verdure con fibre: le migliori per la salute

Una dieta equilibrata, ma soprattutto sana, non può essere manchevole delle verdure: con la loro ricchezza di fibre e altri nutrienti ottimi per il nostro organismo, sono perfette sia per le diete ipocaloriche, sia per aiutare a migliorare piccoli disturbi della digestione, e sono sinonimo di benessere.

Facciamo chiarezza su quanto siano importanti le fibre: esse possono essere solubili e insolubili. Le prime rallentano l’assorbimento degli zuccheri nel sangue – ottima cosa per chi soffre di diabete di tipo 2 – mentre le seconde aiutano il funzionamento del nostro apparato gastro intestinale.

Le fibre contenute nelle verdure sono dette invece fibre alimentari: sono a rigor di logica meno digeribili, ma in realtà stimolano la produzione di succhi gastrici, favorendo di conseguenza il transito del cibo fino al colon.

Vediamo quali sono le verdure con più fibre.

Carciofi

L’alto contenuto di fibre – 5 grammi di fibre per un etto – non è l’unica proprietà benefica per l’organismo: i carciofi contengono anche vitamina K e folati.

Finocchi

Perfetti per le diete dimagranti: detox, ipocalorici, ricchi di vitamine (A e C) nonché di fibre e sali minerali come il potassio.

Sedano

Anche questa è una verdura con alto contenuto di fibre, ed è un ottimo spuntino naturale quando durante la dieta vogliamo aumentare il senso di sazietà. Come il finocchio, il sedano ha proprietà detox, depurative e inoltre abbassa i livelli di colesterolo e riduce il gonfiore intestinale.

Radicchio

Il radicchio è una verdura dalle mille proprietà, oltre ad essere gustosa. Contiene circa 3 grammi di fibre per etto e quella più importante è l’inulina, eccezionale nell’aiutare il funzionamento del colon nonché del metabolismo.

Melanzane

Stesso contenuto di fibre del radicchio per le melanzane, le quali sono spesso consigliate a chi abbia problemi di stitichezza o altri fastidi a livello intestinale. Sono anche ricche di antiossidanti e vitamine, nonché sali minerali.

Porri

Verdura detox per l’eccellenza, è anche lassativo e disintossicante. E’ ricco di flavonoidi e dunque svolge un’azione antiossidante. La sua ricchezza di fibre la si può sfruttare soprattutto mangiandoli a crudo.

Carote

Antiossidanti, ricche di vitamine e beta carotene, le carote sono anche un trionfo di fibre, oltre ad essere perfette per le diete dimagranti in quanto povere di calorie.

Borlotti

I fagioli borlotti sono forse la verdura – il legume – con maggior quantità di fibre: si parla di 6,9 grammi per etto. Sono inoltre nostri alleati nell’abbassare il colesterolo e i trigliceridi, ma anche la glicemia.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dieta di Donatella Rettore: il suo segreto è l’equilibrio

Allenamento femminile: esistono esercizi mirati?

Leggi anche
Contents.media