Antiossidanti naturali: quali sono?

Gli antiossidanti naturali, come carotenoidi, tannini, flavonoidi e antociani si trovano in abbondanza all'interno di frutta e verdura

Gli antiossidanti naturali sono delle sostanze molto importanti per contrastare l’azione dei radicali liberi e l’invecchiamento precoce. Scopriamo insieme quali sono.

Antiossidanti naturali: carotenoidi

Esistono diversi tipi di antiossidanti naturali. I principali carotenoidi sono il licopene, la luteina e il betacarotene, che neutralizzano l’azione dei radicali liberi e possiedono proprietà antitumorali e antietà.

Inoltre, migliorano le funzioni del sistema immunitario, riducendo il rischio di contrarre alcune malattie.

Il licopene, infatti, aiuta a ridurre il rischio di ictus, mentre il betacarotene è importantissimo per la nostra salute, in quanto precursore della vitamina A.

Infine, la luteina, in sinergia con la zeaxantina, contribuisce al mantenimento della salute degli occhi.

Antiossidanti naturali: flavonoidi e antociani

Tra gli antiossidanti naturali sono ricompresi anche i flavonoidi, che migliorano le difese delle cellule contro l’invecchiamento, nonché la salute del cuore e le difese immunitarie.

I flavonoidi, inoltre, contribuiscono alla salvaguardia delle funzioni cerebrali e apportano benefici all’apparato urinario e alla vista.

Antiossidanti naturali: isotlocianati, reservatrolo, tannini

Gli isotlocianati sono antiossidanti naturali che aiutano l’organismo ad espellere scorie e tossine, proteggendo così le cellule dal rischio di cancro. Inoltre, rendono più rapida la capacità dell’organismo di autoripararsi e di rinnovare così le proprie cellule.

Il reservatrolo è un altro antiossidante naturale che esercita un’azione antitumorale e antinfiammatoria.

Inoltre, fluidifica il sangue, proteggendo dal rischio di trombosi, e riduce anche i livelli di colesterolo LDL nel sangue, preservando così la salute del sistema cardiocircolatorio.

Infine, i tannini hanno un effetto antibatterico, antifungino e astringente e possono essere somministrati in caso di diarrea. Inoltre, i tannini riducono il rischio di cancro e presentano potenziali effetti antivirali e antiparassitari.

Antiossidanti naturali: le fonti alimentari

Diverse sono le fonti alimentari che forniscono gli antiossidanti naturali.

Il licopene, per esempio, è contenuto nei pomodori, nel pompelmo rosa e nei peperoni. Il betacarotene, invece, è contenuto nelle carote, da consumare preferibilmente cotte.

La luteina è contenuta nel mais, nei peperoni rossi e nelle arance, nonché negli spinaci, cetrioli, sedano, piselli e peperoni verdi.

Le principali fonti di flavonoidi e antociani cono prezzemolo, sedano, mele, pere, albicocche, fragole, lamponi, fagioli, mirtilli, olive, agrumi, uva, cavolfiore e origano. Ancora, questi antiossidanti naturali sono contenuti anche nei mirtilli, more, frutti di bosco, carote nere e viola.

Infine, gli isotlocianati sono contenuti nei broccoli e cavolfiori, il reservatrolo nell’uva nera, uva rossa, mirtilli neri e mirtilli rossi, mentre i tannini si trovano nell’uva, cachi, noci, lenticchie e melograno.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dimagrire senza dieta: i consigli e come fare

Tisana ai frutti di bosco: tutti i benefici

Leggi anche
Contents.media