Come evitare i danni dell’effetto yoyo? I consigli

Evitare l'effetto yoyo è importante per la nostra salute. Ma cos'è questo effetto? E come possiamo evitarlo?

Non molti sanno cosa voglia dire “effetto yoyo“, eppure in tanti ne soffrono. Hai fatto mille diete, hai perso peso e lo hai riacquistato dopo poco? Ecco cos’è l’effetto yoyo, ed ecco dei consigli su come puoi evitarlo.

Cos’è l’effetto yoyo?

Una parolina che ci sembra simpatica, eppure questo è un vero e proprio disturbo per chi lo vive. L’effetto yoyo riguarda il nostro peso, e in particolare la sua strana oscillazione: dopo aver seguito delle diete ipocaloriche si è soliti seguire un piano alimentare di mantenimento o libero. In questo periodo si possono verificare gli effetti dello yoyo, ovvero dopo essere dimagriti e aver perso dei chili, si aumenta nuovamente di peso.

Cause del sali-scendi

Questo sali-scendi del peso può essere causa di malessere psicofisico per chi lo vive. Comunque, ci sono dei motivi ben precisi alla base dell’effetto yoyo, che derivano proprio dall’aver seguito una dieta molto rigida. Scopriamo queste cause.

Metabolismo

Quando si segue una dieta ferrea, restrittiva, il nostro metabolismo vive una serie di cambiamenti a cui non era affatto pronto. Una volta iniziata la dieta, il corpo cerca di conservare le energie, e in particolare le riserve di grasso, per bruciare di meno.

Questo avviene perché le calorie che assumiamo sono nettamente inferiori rispetto a quelle standard.

Una dieta ipocalorica o comunque troppo restrittiva ha effetti negativi sul metabolismo, perché rallenta. Questo ci porterà a riprendere peso molto velocemente quando ritornati al regime normo-calorico, e rende più complicato perder peso in futuro.

Alterazioni intestinali

Il nostro intestino è popolato da microrganismi che tengono in equilibrio la flora. Questo equilibrio serve al benessere di tutto l’organismo, e quando alterato si incorre nuovamente nell’effetto yoyo.

Perché?

Questo avviene perché le diete poco equilibrate e poco nutrienti, oppure che escludono alcuni cibi, causano alla flora batterica una sorta di shock e infiammazione. Oltretutto, questo tipo di diete influisce anch’esso sul metabolismo: subito dopo averle seguite sarà ancor più facile riassumere peso.

Ormoni e dieta

Alcuni studi hanno dimostrato che ci sono degli ormoni interessati proprio nel regolare la nostra fame, come la leptina. Questi rappresentano una delle cause per cui dopo una dieta si rischia di riacquistare peso: ci porterebbero a mangiare in modo più impulsivo dopo il periodo troppo restrittivo. Sempre secondo gli studi, chi presenta nell’organismo livelli più alti di leptina ha più possibilità di riprendere almeno il 10% del peso, e dunque essere soggetto all’effetto yoyo.

Il ruolo della psiche

Si sa, molte persone che tendono ad accumular peso sono quelle che usano il cibo come strumento consolatorio, oppure per rispondere a emozioni negative come la rabbia, la tristezza o la noia. Tuttavia, per chi si è sottoposto a una dieta dimagrante, questo fenomeno diventa più importante perché riporta proprio all’effetto yoyo. Diete troppo drastiche sono difficili da portare a termine e spesso influiscono anche sulla psicologia delle persone interessate. La frustrazione che ne deriva, la possibile interruzione, e la voglia di mangiare in maniera incontrollata, rischiano di portare a questo effetto di sali-scendi.

Come evitare l’effetto yoyo

E’ chiaro ormai che questo fenomeno è particolarmente dannoso per il nostro corpo, sia a livello fisico – stressa il metabolismo, rende difficile tornare al peso forma, e ha anche degli effetti negativi sull’apparato cardiovascolare – che a livello psicologico, portando addirittura a disturbi alimentari davvero gravi.

Possiamo però seguire dei suggerimenti per evitare che l’effetto yoyo si verifichi.

  • Perdere peso gradualmente, porsi degli obiettivi seri e non impossibili, seguendo delle diete non troppo drastiche che non portano a nulla se non a danni per la salute.
  • Non scegliere diete esclusive: dieta dimagrante non vuol dire eliminare cibi nutrienti a favore di altri. L’alimentazione dev’essere sempre varia, e deve soprattutto rispondere alle esigenze del tuo corpo.
  • Dopo essersi sottoposti a una dieta dimagrante è fondamentale il periodo di mantenimento: non sottovalutarlo!
  • Mai digiunare: saltare i pasti è del tutto controproducente. Avrai ancora più fame al pasto successivo.
  • La dieta dev’essere sempre accompagnata da uno stile di vita sano e responsabile: non basta mangiare di meno, bisogna mantenersi in forma anche con l’attività fisica e il movimento.
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Macadamia: una fonte di minerali e vitamine

Le mille qualità del miele di coriandolo: tutti i consigli

Leggi anche
  • saluteAlimenti ed esercizi per migliorare la circolazione delle gambe

    Per migliorare la circolazione del sangue nelle gambe è necessario fare attenzione agli alimenti che si consumano e praticare alcuni esercizi.

  • saluteSintomi e rimedi contro la bronchite asmatica

    Scopriamo quali sono i sintomi con cui si manifesta la bronchite asmatica e impariamo a conoscere anche i migliori rimedi.

  • come abbassare pressione sanguignaCome abbassare la pressione sanguigna naturalmente

    Per abbassare la pressione sanguigna in modo naturale biosgna eliminare lo stress e le cattive abitudini, come il consumo di alcool e fumo

  • saluteSintomi e rimedi contro la bronchite

    Scopriamo quali sono i sintomi principali della bronchite e impariamo anche a conoscere i migliori rimedi a cui affidarsi.

Contents.media