Farina di mais: proprietà e utilizzi

Per evitare allergie da farina di mais, occorre fare attenzione che il prodotto sia classificato come gluten free e provenga da coltivazioni biologiche

La farina di mais, ricavata dai chicchi di granoturco, viene utilizzata molto in cucina per preparare dolci, pane e pizza adatti ai celiaci. Scopriamone le proprietà.

Caratteristiche della farina di mais

La farina di mais è naturalmente senza glutine, quindi perfetta per i celiaci, e si presta benissimo a ricette sia dolci che salate.

Viene ricavata dalla macinatura dei chicchi di mais interi ed essiccati e, se non viene setacciata, è considerata una farina integrale. Di solito presenta un colore giallo, ma può anche essere bianca, a seconda della varietà di mais utilizzata.

Una volta cotta, questa farina ha un gusto dolce e terroso. È un’ottima fonte di carboidrati, perfetta quindi per preparare piatti sazianti e nutrienti. Contiene anche aminoacidi, come leucina e alanina, vitamina A ed E, oltre a sali minerali come fosforo, magnesio e potassio.

Inoltre, è ricchissima di fibre e amido, e contiene anche antiossidanti che aiutano a combattere i danni dei radicali liberi accumulati dagli alimenti trasformati.

Utilizzi

E’ reperibile con facilità, sia setacciata che integrale. Se decidete di acquistarla per una cucina senza glutine, controllate che sia certificata gluten free. Spesso, infatti, questa farina viene lavorata in posti in cui si macina anche il grano.

La farina di mais è ottima per preparare impasti di vario tipo, come pane, polenta e dolci, e può essere utilizzata sia da sola che insieme ad un mix di farine.

La versione integrale ha un gusto più intenso e rustico, mentre quella setacciata ha un gusto più dolce e delicato.

Controindicazioni

La farina di mais viene ricavata dal granoturco, uno dei più comuni allergeni alimentari. Spesso, però, nell’industria alimentare viene utilizzato granoturco geneticamente modificato che può provocare allergie e shock anafilattici.

Inoltre, è stato dimostrato che il polline del granoturco geneticamente modificato è in grado di contaminare il granoturco naturale. Per questo si raccomanda di utilizzare solo granoturco e farina di mais derivanti da coltivazioni biologiche.

Infine contiene modeste quantità di ossalati, perciò chi soffre di calcoli renali contenenti ossalati dovrebbe limitarne il consumo.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Astinenza sessuale maschile: cause e rimedi naturali

Proprietà e controindicazioni dell’ippocastano: tutto ciò che c’è da sapere

Leggi anche
Contents.media