La cinetosi: sintomi, cause e rimedi naturali del mal d’auto

Che cos'è la cinetosi? Perchè soffriamo di mal d'auto?

Sarà capitato a chiunque, durante un lungo viaggio in macchina di iniziare a sentire dei disturbi, come nausea, sudorazione fredda e giramenti di testa, e non riuscirsi a spiegare cosa stia accadendo. I più catastrofisti si saranno certamente spaventati e avranno pensato immediatamente al peggio, la realtà è che stiamo parlando di un disturbo piuttosto comune che viene denominato cinetosi, “malattia del movimento” o più comunemente “mal d’auto”.

Se ne soffrite spesso e volete scoprirne cause e rimedi continuate la lettura di questo articolo dove sviscereremo questa problematica.

I sintomi del mal d’auto

Quali sono le sintomatologie più comuni che ci fanno capire, quando siamo in viaggio in automobili, che stiamo avendo un attacco di mal d’auto? Questo disturbo si presenta comunemente con problematiche a livello dello stomaco, una sensazione di nausea che può portare anche al vomito, in alcuni soggetti particolarmente sensibili il problema può arrivare a causare attacchi di debolezza, e sonnolenza accompagnata da un pallore del volto.

Questo disturbo può manifestarsi in qualsiasi fasce d’età, maggiormente in pazienti che già presentano problematiche come emicranie o problematiche del sistema vestibolare.

Cos’è il mal d’auto?

Cos’è esattamente che arriva a causare il mal d’auto? Dopotutto ci stiamo semplicemente muovendo all’interno della nostra macchina. Beh, la problematica non è da ricondursi a qualche strano batterio che si annida nei tessuti della vettura, ne tanto meno ad un fantomatico virus nascosto da qualche parte nell’abitacolo, il problema si manifesta a causa di un “mismatch” tra i dati raccolti da differenti organi del nostro corpo, gli occhi, il sistema vestibolare e gli organi propriocettivi.

Quando siamo in automobile, gli stimoli che riceve il nostro cervello dal sistema vestibolare, che è quella parte del cervello stesso che percepisce la posizione del nostro corpo rispetto tutti e tre gli assi, il sistema propriocettivo, che è invece quella parte dedita a gestire gli stimoli che ci fanno prendere coscienza di noi stessi, del nostro corpo e dello spazio che ci circonda, e il sistema visivo, gli occhi, non corrispondo, il cervello non sa come interpretare correttamente queste contraddizioni e reagisce come farebbe naturalmente quando rileva qualcosa che non va all’interno del nostro organismo.

Questa problematica si manifesta spesso quando siamo all’interno dell’automobile e ci fermiamo a fissare un punto fermo, come le pagine di un libro, o lo schermo del cellulare, i nostri occhi mandano un segnale che il cervello interpreta come “sono fermo a leggere”, in contemporanea il sistema vestibolare percepisce gli spostamenti dell’automobile, i cambi di direzione, le frenate e le accelerazioni, mandando un segnale al cervello che viene interpretato come “mi sto muovendo”, i due stimoli, quindi, non combaciano e il cervello va in tilt!

Soluzioni naturali

Come possiamo allora affrontare la problematica e trovare un modo per scongiurarla o, quantomeno, diminuirne gli effetti?

Cambiare posto

Uno dei rimedi che viene tradizionalmente indicato come soluzione è quello di porsi al fianco del guidatore, sul sedile lato passeggero. In quel punto infatti si percepiranno in maniera minore gli spostamenti dell’automobile e, in contemporanea, si avrà una posizione che consente meglio di osservarli, facendo in questo modo combaciare maggiormente gli stimoli generati dal sistema visivo e quello vestibolare. È importante anche tenere il finestrino aperto, totalmente o almeno in parte, per aumentare la quantità di ossigeno apportata al cervello.

Braccialetti antinausea

I braccialetti antinausea agiscono sul punto P6 Neiguan, la medicina tradizionale cinese lo ha individuata molti millenni or sono, è uno dei punto che controlla la nausea. Questo eserciterà la giusta pressione nel punto descritto, che si trova sul polso, in particolare sul tendine che è possibile vedere in modo evidente quando si chiude il pugno, andando a diminuire la sensazione di nausea tipica del mal d’auto.

Masticare gomme o biscotti allo zenzero

L’azione antinausea dello zenzero è conosciuta, è per questo che è molto consigliato per combattere il mal d’auto. Sono molte le gomme o i biscotti, completamente naturali, prodotti a base di zenzero che permettono in modo efficace di diminuire la sensazione provocata dal disturbo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La “penichella” pomeridiana: dormire dopo pranzo fa bene?

Bagno detox: prodotti e benefici per un bagno rilassante fai da te

Leggi anche
  • mal testa prima cicloMal di testa forte prima del ciclo: i rimedi naturali

    Tra i rimedi naturali efficaci contro il mal di testa forte prima del ciclo ci sono la valeriana, la melissa e il salice bianco

  • placche alla golaPlacche in gola: rimedi naturali e sintomi

    Scopriamo quali sono i sintomi principali delle placche alla gola e impariamo a trattarle sfruttando i migliori rimedi naturali.

  • omega 3Integratori di omega 3: a cosa servono

    Gli integratori di omega 3 sono essenziali per tutti coloro che con la sola alimentazione non riescono ad introdurne quantità adeguate.

  • follicoliteFollicolite: cause e rimedi naturali

    Tra i rimedi naturali efficaci contro la follicolite vi sono il tea tree oil, l’olio di iperico e gli impacchi a base di aceto bianco.

Contents.media