Lenticchie: quali sono i benefici e quali le controindicazioni

Le lenticchie sono dei legumi ricchi di benefici e per questo andrebbero consumate spesso. Conosciamole meglio scoprendo anche le controindicazioni.

Le lenticchie sono uno dei legumi più conosciuti ed apprezzati in cucina. Questo ingrediente vanta delle importanti proprietà nutrizionali che lo rendono davvero ricco di benefici per la salute. Chiramente è bene conoscere le controindicazioni delle lenticchie prima di consumarle in quanto solo in questo modo si possono evitare problemi.

Proprietà nutrizionali delle lenticchie

Per quanto riguarda le proprietà nutrizionali, ogni 100 grammi contengono irca 116 kcal. Il livello calorico di questo prodotto è in linea con quello degli altri legumi e per questo risulta un buon ingrediente da usare in cucina anche per chi è a dieta.

Le lenticchie non contengono grassi e nemmeno colesterolo, inoltre sono povere di sodio. Contengono circa il 20% di carboidrati, di cui il 2% è composto da fibre.

Le proteine formano invece il il 9% del peso complessivo.

Questi legumi sono anche ricchi di vitamine e di sali minerali. In particolare rappresentano una grande fonte di ferro: un etto di lenticchie offre quasi il 40% della dose giornaliera raccomandata dagli esperti.

Benefici delle lenticchie

Le lenticchie sono dei legumi davvero molto ricchi di ferro e di conseguenza risultano ideali per chi soffre di anemia.

Questi legumi sono anche ottimi per mantenere regolare il transito intestinale in quanto contengono grandi quantità di fibre e acqua.

La grande percentuale di vitamina PP contenuta nellle lenticchie ha una azione andidepressiva e antipsicotica.

Infine, questi legumi contrastano il colesterolo e aiutano a curare i disturbi del sistema nervoso.

Controindicazioni delle lenticchie

Le lenticchie, come molti altri legumi, devono essere consumate con moderazione perchè possono causare delle reazioni a livello intestinale quali ad esempio meteorismo, aerofagia, dissenteria, difficoltà di digestione. Le persone che sono soggetta a problemi di questo genere dovrebbero optare per le lenticchie decorticate in quanto queste causano molti meno danni all’intestino.

Anche chi soffre di problemi all’apparato urinario e chi ha problemi di gotta o ulcera dovrebbe consumare lenticchie con moderazione.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dieta fai da te? Meglio rivolgersi a un nutrizionista

Olio 31, un concentrato di benessere

Leggi anche
  • cantantiLa dieta di Rocco Hunt: alimentazione e sport

    Rocco Hunt è uno dei cantanti più apprezzati nel panorama italiano. Scopriamo qual è il suo rapporto con il cibo e quale dieta segue.

  • Crampi muscolari tra i sintomi della carenza di magnesioCarenza di magnesio: sintomi e come riconoscerla

    Come riconoscere la carenza di magnesio dai sintomi: come si manifestano

  • dieta endometriosiDieta contro l’endometriosi: come eliminare il dolore con l’alimentazione

    La dieta contro l’endometriosi prevede alimenti ricchi di Omega-3 e sali minerali come semi e pesce, e verdure crude ricche di fibre

  • dietaLa dieta di Ornella Muti: come si mantiene in forma l’attrice

    Scopriamo insieme qual è la dieta seguita da Ornella Muti e impariamo tutti i segreti che le consentono di restare in forma.

Contents.media