Come curare un orzaiolo con rimedi naturali

Per curare un orzaiolo possono essere sufficienti dei semplici rimedi naturali come impacchi caldi, infusioni di tè verde, camomilla, foglie di acacia ed erbe naturali. Vediamoli tutti

Un orzaiolo è un’infiammazione di alcune ghiandole sebacee dell’occhio. Si può manifestare sul bordo esterno della palpebra formando una protuberanza rossastra simile a un brufolo. Questo avviene quando vengono colpite le ghiandole di Zeiss. L’orzaiolo può anche presentarsi all’interno dell’occhio nel caso in cui colpisca una ghiandola di Meibomio.

Per quanto non sia facile eliminare un orzaiolo, è possibile calmare l’infiammazione e portarlo a guarigione attraverso alcuni rimedi naturali.

Orzaiolo

In genere, la comparsa di un orzaiolo è dovuta ad alcuni batteri della famiglia degli stafilococchi. I sintomi sono vari, tra i più frequenti si trovano dolore alla palpebra, gonfiore sul bordo cigliare e arrossamento della zona interessata. E’ possibile confondere un orzaiolo con un calazio o una ciste del bordo palpebrale, per questo motivo è fondamentale rivolgersi ad un medico.

Un orzaiolo, generalmente, è più doloroso di un calazio e si presenta come una formazione purulenta alla radice delle ciglia. Il calazio, inoltre, ha un processo di formazione più lento ed è individuato da un rigonfiamento che comprende quasi tutta la zona della palpebra.

Di seguito alcuni metodi naturali per guarire l’orzaiolo:

Impacchi caldi

Un buon rimedio è applicare impacchi inumiditi in acqua calda sulla protuberanza. E’ necessario ripetere questa operazione varie volte al giorno per diminuire il gonfiore e allo stesso tempo il dolore.

In questo modo sarà possibile ridurre in poco tempo la formazione, che potrebbe scomparire in alcuni giorni.

Nonostante alcuni possano pensare che l’applicazione di ghiaccio aiuta a disinfiammare l’occhio, trattandosi di una piccola protuberanza di grasso, dovremmo optare per il calore perché questa “maturi” e riduca le sue dimensioni.

Piante medicinali

Un altro buon rimedio naturale per combattere questa protuberanza sulla palpebra è usare bustine di tè verde o camomilla, che sarà necessario inumidire e appoggiare sull’occhio per 10 minuti.

Queste erbe hanno un’infinità di proprietà benefiche per l’organismo, tra cui un gran potere antinfiammatorio e antisettico. Saranno, quindi, fondamentali per impedire la proliferazione dei batteri che causano questa infiammazione della palpebra e contribuire alla riduzione del gonfiore.

Altre piante medicinali per combattere gli orzaioli, giacché possiedono proprietà antisettiche, antibatteriche, antimicrobiche ed antinfiammatorie, sono: timo, rosmarino, basilico, acacia, menta o menta piperita, calendola, amamelide.

Per poter utilizzare queste piante medicinali si potranno preparare infusioni per poi applicarle sulla zona interessata. Si tratta di uno dei metodi migliori in quanto degli impacchi caldi preparati con erbe medicinali hanno forti proprietà antiinfiammatorie e antibatteriche. Inoltre, il calore sarà necessario per portare l’orzaiolo a maturazione, come spiegato precedentemente.

Foglie di guaiava

Le foglie di questa pianta sono un rimedio naturale efficace per eliminare infiammazioni alle palpebre. Le foglie di guaiava sono un potente antisettico ed antimicrobico e, ancora una volta, i loro benefici sono ottimali se accompagnati dal calore che aiuta a disinfiammare questa zona dell’occhio.

Sarà necessario riscaldare le foglie di questa frutta e metterle direttamente sull’occhio ad una temperatura sopportabile. Altra opzione è preparare un’infusione con queste foglie immergendovi, poi, un panno di cotone ed applicandolo sulla protuberanza. E’ consigliabile utilizzare questo rimedio 3 volte al giorno fino al momento della scomparsa del gonfiore.

Consigli

Di seguito sono riportati dei consigli utili per trattare un orzaiolo, evitare il contagio e guarire in poco tempo:

  • Le infiammazioni delle palpebre, come nel caso dell’orzaiolo, sono contagiose. E’ buona norma, perciò, non condividere asciugamani, vestiti o altri oggetti che possano diffondere il contagio. Usare salviette usa e getta per pulire correttamente l’occhio offeso
  • Non usare trucchi né lenti a contatto dal momento della comparsa dell’infiammazione
  • Lavare bene le mani prima di procedere con qualunque trattamento ed anche dopo, in modo da evitare contagi e peggioramenti
  • Evitare di forzare la vista, non leggere né guardare schermi a lungo affinché l’occhio possa riposare
  • Dormire sul fianco dell’occhio offeso per dare calore extra alla protuberanza
  • Prendere antinfiammatori ed analgesici.
  • Attenzione: evitare, nel modo più assoluto, di toccare la protuberanza per eliminare il pus interno.

Non sempre è necessario contattare un medico per la presenza di un orzaiolo. Diviene fondamentale, invece, se la protuberanza non scompare in 48 ore, diviene problematico aprire l’occhio, il dolore aumenta e l’infiammazione peggiora presentando una secrezione eccessiva.

Gli orzaioli sono dovuti ad un’infezione batterica, ma, in alcuni casi, le cause possono essere differenti. Ad esempio, un abbassamento delle difese del sistema immunologico oppure una patologia già presente, come il diabete.

È consigliabile combinare i rimedi naturali che abbiamo visto con una pomata per l’orzaiolo. Inoltre, è fondamentale seguire il trattamento farmacologico consigliato, eventualmente, dal proprio medico.

I migliori rimedi naturali per l’orzaiolo

Vi segnaliamo ora i rimedi naturali più acquistati per risolvere problemi di infiammazione alle palpebre. Si tratta di prodotti acquistabili direttamente da Amazon.

Il primo prodotto proposto consiste in fiori di calendula, ideali sia per infusi che per decotti.

Le foglie di menta piperita sono tra le più utilizzate per risolvere questi problemi. Un prodotto non sempre facile da reperire, è qui proposto nel formato da 100g. Come il precedente, valido sia per decotti che per la preparazione di infusi.

Infine, vi segnaliamo i fiori di camomilla. Si tratta di un prodotto al 100% naturale, senza additivi o coloranti. Puri fiori di camomilla, nel pratico formato da 500ml, prodotti da Valdemar.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come ritardare l’eiaculazione con i migliori prodotti

Come eliminare il bruciore alla lingua: rimedi molto efficaci

Leggi anche
  • Dieta digiuno serale: benefici e integratoriDieta digiuno serale: benefici e integratori

    La dieta è fondamentale per garantire il benessere psicofisico del proprio organismo. Scopriamo insieme come funziona quella del digiuno serale.

  • Stufetta elettrica portatile: i benefici per la casaStufetta elettrica portatile: i benefici per la casa

    La stufetta elettrica è uno strumento di nuova generazione, grazie al quale mantenersi al caldo e mantenere calda la casa, mantenendo bassi i consumi.

  • mal di testaI rimedi naturali contro il mal di testa forte al risveglio

    I rimedi naturali per contrastare il mal di testa forte che si prova a volte al risveglio sono numerosi: scopriamo i migliori.

  • Capelli radi a ottobre: come rinforzarli naturalmenteCapelli radi a ottobre: come rinforzarli naturalmente

    I capelli radi a ottobre sono una condizione comune, sia a uomini che a donne, perché dipendono da cause diverse. Scopriamo come curarli.

Contents.media