Cosa fa invecchiare la mente velocemente? Le cattive abitudini

Il cervello rischia di invecchiare prematuramente se ci abbandoniamo ad abitudini malsane. Quali?

Ci sono delle cattive abitudini che, con il passare degli anni, rischiano di velocizzare il processo di invecchiamento del nostro cervello. Certo, questo è inevitabile, ma è meglio evitare certi comportamenti. Cosa fa effettivamente invecchiare la nostra mente più velocemente? E’ meglio scoprirlo subito!

Cosa fa invecchiare la mente?

Il cervello invecchia insieme a noi: così come avviene per tutto il nostro corpo, anch’esso vive una serie di cambiamenti che lo portano, anche se lentamente, a degenerare.

Tra i peggioramenti si riscontrano difficoltà a ricordare, ad apprendere informazioni, a fare più cose contemporaneamente. Questo avviene perché il cervello tende pian piano a restringersi dopo i 40 anni, e vi è un indebolimento del sistema neurologico dovuto all’irrigidimento dell’ippocampo.

Ma quali sono le cattive abitudini che fanno invecchiare la mente più velocemente rispetto a quanto dovrebbe?

Una vita sedentaria o troppo stressante

Tra i peggiori comportamenti che il nostro cervello ci addita c’è quello di essere troppo sedentari, pigri. Passare ore a letto, in poltrona a guardare la TV, o al computer è pessimo non solo per la mente ma anche per il corpo.

Allo stesso modo, vivere una vita troppo stressante, frenetica, stancante non può che velocizzare il processo di invecchiamento.

Poche relazioni sociali

Avere contatti con le altre persone, discutere, parlare è fondamentale per mantenere la nostra mente lucida e giovane. Ci sono studi che dimostrano quanto una vera amicizia sia di giovamento anche e soprattutto per le persone più anziane.

Mangiare male o troppo

Tra le cose che fanno invecchiare la mente più velocemente c’è sicuramente la cattiva alimentazione. Fast e junk food sono nemici del nostro organismo, ricchi di grassi saturi, zuccheri, e quantità enormi di sale.

Al nostro cervello serve e giova una dieta bilanciata, ricca di omega 3 e di sostanze nutritive.

Oltre al mangiar male, provoca un invecchiamento precoce anche il mangiare troppo: mantenere il peso forma è fondamentale. Pare che a ridursi siano proprio le dimensioni del cervello, con l’aumentare del peso.

Bere alcol, caffè e fumare sigarette

Le cattive abitudini sono dure a morire, e queste sembrano essere proprio le peggiori.

Il cervello di chi beve troppo invecchia prematuramente. L’alcol è una sostanza certamente tossica, e infatti le prime difficoltà si vedono nella memoria, e nella ricerca di parole. Provocherebbe inoltre più facilmente la contrazione del cervello, un fenomeno legato all’Alzheimer.

Altrettanto nociva è l’abitudine di bere troppo caffè durante la giornata. L’abuso di caffeina sembra essere una delle cause per cui le nostre funzioni cognitive vengono intaccate rapidamente.

E’ ormai noto il pessimo effetto che le sigarette hanno su tutti gli organi del nostro corpo. Tra questi, il cervello. Quello dei fumatori sarebbe addirittura più vecchio di 10 anni rispetto a quello dei non fumatori.

Non fare attività fisica

L’attività fisica è fondamentale per corpo, mente e spirito: aiuta per l’ossigenazione, per mantenere il peso forma e per sentirci anche più felici. Tutte cose che mantengono il nostro cervello giovane.

Non concentrarsi nell’apprendimento

Abbiamo capito che se c’è una cosa che fa invecchiare la mente più velocemente quella è la pigrizia. Se non esercitiamo la nostra mente e la nostra memoria, se non coltiviamo la nostra curiosità leggendo libri, cercando notizie, il nostro cervello avrà un motivo in più per atrofizzare. Stimoliamolo!

Soffrire di depressione, stress, ansia

Stress, ansia, depressione sono cause comuni di disturbi alla nostra mente e al nostro corpo. Sono diversi gli studi che lo confermano, ed infatti non bisogna sottovalutare queste patologie e sintomi.

Dormire poco e non meditare

La regola vuole che a notte si dovrebbe dormire per almeno 7-8 ore: il sonno è un toccasana per la lucidità della nostra mente. Il riposo è fondamentale per mantenerlo giovane e attivo.

Tra i tanti benefici della meditazione, infine, c’è anche quello che ci interessa: rallentare gli effetti dell’invecchiamento. Sarebbe bene praticarla con una certa frequenza, aiuta a concentrarci su noi stessi e i nostri pensieri: quelli che invadono proprio il nostro cervello!

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le principali proprietà benefiche della yerba mate

Cos’è la neurite ottica e come riconoscerne i sintomi

Leggi anche
Contents.media