Couperose: cause, cure e prevenzione

La couperose è un inestetismo che va curato attraverso i giusti rimedi naturali

La couperose è una lesione cutanea che interessa per lo più il volto, dove si manifestano chiazze rossastre dovute alla dilatazione dei capillari sanguigni. L’arrossamento, piuttosto disteso, è causato dall’anomala dilatazione dei vasi sanguigni, dove ristagna il sangue.

Caratteristiche della couperose

La couperose è un inestetismo che si manifesta principalmente nelle donne oltre i 30 anni di età, ma può interessare anche gli uomini.

Questo disturbo tende a manifestarsi maggiormente se si ha una pelle sottile, sensibile e facilmente irritabile.

La couperose si riconosce per via del colorito rossastro diffuso che dà alla pelle del viso, dovuto all’eccessiva porosità e fragilità dei capillari. Le venature rossastre si riscontrano principalmente sulle guance, zigomi e ai lati del naso. Non solo, questo inestetismo può dare sensazione di bruciore nelle aree interessate dal disturbo.

Cause

Le cause della couperose possono essere diverse.

Oltre alla componente ereditaria, l’inestetismo può manifestarsi in presenza di disfunzioni ormonali, ossia quando il livello di corticosteroidi nel sangue è più elevato del normale.

Anche l’esposizione frequente e prolungata a variazioni climatiche come freddo, umidità, raggi solari e vento altera il microcircolo del nostro viso, causando gli arrossamenti. Altri fattori scatenanti della couperose sono l’eccesso di alcool, carenza di vitamine, in particolare della vitamina C e vitamina PP e gli eccessi alimentari come il consumo eccessivo di spezie.

Infine anche i fattori emozionali possono evidenziare il problema delle couperose, a causa della liberazione di sostanze simili all’istamina, con azioni vasodilatatrici.

Cure

Per rimediare e attenuare le couperose si fa riferimento a trattamenti estetici. Il medico consiglierà dei prodotti lenitivi, disinfiammanti, che eliminino il rossore. Di particolare aiuto possono essere i cosmetici di origine naturale, come le acque termali, che hanno un’azione calmante in caso di pelle infiammata e arrossata.

Rimedi naturali

Tra le piante adatte ad una pelle così fragile vi è sicuramente la camomilla. Questo ingrediente, inserito in una crema cosmetica anti-couperose, lenisce e calma i rossori. Anche la calendula, la malva e la liquirizia sono perfette per trattare le couperose, grazie alle loro proprietà decongestionanti ed antinfiammatorie.
Altre piante come la centella asiatica, il rusco, il mirtillo, e l’ippocastano stimolano la microcircolazione sottocutanea, diminuendo il gonfiore.

Prevenzione

La couperose, anche se considerata un problema estetico, non deve essere sottovalutata, perché potrebbe portare ad una manifestazione dermatologica più grave, nota con il termine rosacea. Questo disturbo colpisce la pelle, in particolare fronte, naso e mento, provocando papule, pustole e lesioni vascolari.

Per evitare la comparsa di couperose, occorre prevenire il problema adottando uno stile di vita sano e un’alimentazione adeguata, con poco alcool e caffè. Inoltre, conviene evitare di esporre la pelle ai raggi UV, al freddo e al calore eccessivo, perché questi fattori insieme potrebbero peggiorare notevolmente le couperose.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Esercizi per gli occhi affaticati a causa di una prolungata esposizione ai monitor

Dieta dopo l’estate: regole per perdere i chili e menù tipo

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.