La cura della gengivite: i rimedi della nonna

Come prendersi cura della gengivite: tutti i consigli.

I rimedi naturali sono i più pratici per far fronte ai problemi di salute più semplici e poco gravi. Importate però è ricordarsi di non trascurarli e qualora dovessero diventare problemi più seri bisogna sempre consultare il proprio medico di base per una giusta cura.

Tra i problemi affrontabili con rimedi naturali, o quei rimedi che generalmente indichiamo come “della nonna“, possiamo trovare la gengivite.

Cura della gengivite: le cause

Questa si manifesta nella sua forma più lieve con arrossamenti, gonfiore e dolore alle gengive. Oltre a provocare alitosi, alito cattivo e poco gradevole, può provocare anche sanguinamenti durante la pratica quotidiana dell’igiene orale o anche mentre si sta masticando un cibo duro come una mela.

Il motivo per cui può presentarsi questa infiammazione è la presenza di un accumulo di placca tra le gengive e il dente. La placca è sostanzialmente uno strato di batteri che si accumulano durante le ore e può capitare che lo spazzolamento non sia sufficiente a rimuoverla, in particolar modo là dove lo spazzolino fatica ad arrivare. Proprio in questi punti si ha il maggiore accumulo di placca, e quindi di batteri, che va ad infiammare le gengive.

Per la cura della gengivite, che può trasformarsi in problemi più gravi, si deve seguire una corretta igiene orale. Questa non consiste nel semplice spazzolamento dei denti per almeno due o tre volte al giorno, ma deve essere accoppiata alla scelta di un’adatta pasta dentifricia, di un buon collutorio e alla periodica pulizia con il filo interdentale. Queste abitudini sono utili anche a contrastare la gengivite già manifestata. In questo caso però, per diminuire il dolore e velocizzare il processo di guarigione, si può aggiungere alle pratiche di igiene orale anche l’uso di metodi più naturali.

Rimedi naturali

Infusi

Partiamo dagli infusi, dalle proprietà disinfettanti e antinfiammatorie, con cui è possibile effettuare dei risciacqui: Camomilla, Timo, Salvia, tiglio, menta, chiodi di garofano, anice, ginseng, astragalo, vischio e malva. Tutti questi prodotti possono essere utilizzati per lenire l’infiammazione, dopo aver preparato l’infuso con uno degli elementi in lista, lascia raffreddare l’acqua e utilizzalo un paio di volte al giorno. Ottimo per la cura della gengivite.

Oli essenziali

Puoi effettuare dei “risciacqui” anche con gli olii essenziali, anche se in questo caso si parlerà di Oil Pulling. Questo metodo consiste nell’utilizzare un cucchiaio di olio, come l’olio di cocco o di sesamo, e farlo passare tra denti, gengive e sulla lingua. L’olio catturerà i batteri e lascerà la bocca pulita. L’olio di cocco può essere utilizzato anche in combinazione con il bicarbonato per preparare una sorta di pasta dentifricia, da usare un paio di volte a settimana, che aiuta a lenire l’infiammazione.

Disinfettanti

Non in infusione, ma sempre utili per preparare liquidi con cui effettuare risciacqui sono il sale, l’aceto di mele, il succo di limone e la tintura di mirra. Tutti elementi che possiamo trovare nelle nostre cucine, meno l’ultimo che se non avete già in casa, potete trovarlo in erboristeria. In generale è necessario creare un liquido diluito con acqua ed effettuare il lavaggio del cavo orale; in caso di gengive molto infiammate l’utilizzo del limone potrebbe essere un po’ più doloroso. La tintura di mirra invece va utilizzata in gocce, un paio di gocce in un bicchiere d’acqua possono essere sufficienti.

Trattamenti localizzati

Infine, dei metodi più localizzati, possono prevedere l’utilizzo del gel di aloe o la preparazione di una pasta alla curcuma. L’aloe, con proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, può essere applicata tal quale sulle gengive e lasciata agire per 20-30 minuti. In questo tempo per aumentare l’efficacia è possibile praticare, con i polpastrelli, un massaggio alle gengive per poi risciacquare. Anche con la pasta di curcuma si può praticare un massaggio, dopo averla preparata e applicata. Il modo migliore per evitare sprechi e cominciare prelevando un cucchiaino raso di curcuma a cui va aggiunta dell’acqua in modo da formare una pasta. Questa può essere applicata su punti precisi e poi risciacquata, meglio se con acqua tiepida.

Il miglior rimedio

Oltre alle soluzioni precedenti, la soluzione migliore, in base al parere di esperti e consumatori, per trattare la gengivite, è sicuramente Denta Pulse. Si tratta, infatti, di un sistema a vibrazioni soniche che garantisce una ottima pulizia e igiene orale a casa come dall’esperto.

Un sistema professionale che aiuta a eliminare la placca, il tartaro, i residui e le macchie. Si basa su più di 3000 vibrazioni soniche danno ottimi risultati ed è sinonimo di garanzia e qualità. Possono usarlo tutti, quindi non ha controindicazioni. Adatto anche a coloro che portano apparecchi, otturazioni, impianti, ecc. Nella confezione del prodotto e incluso nel prezzo trovate una testina in silicone per la pulizia accurata e lo specchio per verificare qualsiasi risultato.

Un prodotto che secondo i test effettuali ha le seguenti caratteristiche:

  • Permette di pulire i denti sia davanti che dietro, ma anche nel mezzo proprio grazie alle 3000 vibrazioni soniche
  • Combatte la gengivite
  • Funge da smacchiatore in quanto rimuove in modo efficace le macchie, il tartaro e i residui di cibo rendendo i denti bianchi
  • Dispone di luce a led integrata al fine di raggiungere le aree più difficili
  • Ha un design ergonomico, quindi molto facile da usare e adatto a tutti i membri della famiglia.

Per chi volesse saperne di più, può cliccare qui o sulla seguente immagine

Gli esperti lo consigliano in quanto rimuove con efficacia la placca e il tartaro e la gengivite in maniera efficace, inseme alle macchie superficiali dei denti. Molto sicuro sullo smalto e l’ideale per tutta la famiglia. Sul sito ufficiale del prodotto potete leggere le recensioni entusiaste dei consumatori che lo raccomandano.

Sii usa proprio come un normale spazzolino effettuando movimenti circolari e con delicatezza.

Essendo un prodotto originale ed esclusivo, non è disponibile nei negozi fisici o siti di e-commerce online. L’unico modo per acquistarlo è tramite il sito ufficiale del prodotto, compilare il modulo con i propri dati che sono trattati nel rispetto della privacy e attendere la chiamata dell’operatore per la conferma dell’ordine. Il prodotto è in promozione stagionale al costo di 59 € per un set completo con spedizione gratuita. Il pagamento si effettua sia con carta di credito o Paypal, ma anche in contrassegno, ossia in contanti al corriere al momento della consegna.

Scrivi un commento

1000

Rhodiola rosea, la pianta per il benessere psicofisico

Manovra di Heimlich: una semplice mossa salva vita

Leggi anche
  • frattura al polso: come si riconosce e si curaFrattura del polso: come riconoscerla e cosa fare

    È molto facile fratturarsi un osso del polso: non solo l’età, ma anche le cadute contribuiscono ad aumentare questo rischio.

  • insonniaInsonnia: rimedi e consigli per tornare a dormire bene

    L’insonnia può avere molte cause. Identificarle è il primo passo per tornare a dormire bene.

  • frattura omeroCome comportarsi in caso di frattura al braccio

    Le fratture dell’omero possono avere gravi conseguenze sulla nostra salute, ecco perché è bene sapere cosa fare.

  • mani che tremano: cosa significa e quando preoccuparsiCos’è il tremore alle mani e perché si manifesta

    Il tremore delle mani è un sintomo che può colpire chiunque ed è spesso un indicatore di qualcosa di più serio.

  • 
    Loading...
  • Cos'è la sindrome della capanna e come superarlaSindrome della capanna: cos’è e come superarla

    Paura, insicurezza e tristezza sono alla base della sindrome della capanna. Tutti i consigli su come riconoscere i sintomi e superarla.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.