Dieta Chenot: come funziona nello specifico questo regime alimentare

Vediamo quali sono tutte le caratteristiche della dieta Chenot, un regime alimentare in grado si migliorare la salute. Comprendiamo come funziona.

La dieta Chenot è un regime alimentare che si prefigge lo scopo di eliminare tutti gli squilibri interni all’organismo. Per raggiungere il suo obiettivo, la dieta si basa sull’identificazione del terreno originario tra quello alcalino ossidante, acido ossidante, acido riduttore e acido reduttore.

Scopriamo come funziona questa dieta e quali sono i suoi benefici.

Come funziona la dieta Chenot

La dieta Chenot deve il suo nome all’inventore Henri Chenot, un esperto di medicina orientale, naturopata e fitoterapia. L’uomo non era attento solo all’aspetto medico, ma anche a quello legato alla psicologia che va oltre l’aspetto fisico. Con la sua dieta, Chenot voleva ideare un regime alimentare basato in particolare sulla conoscenza del proprio organismo e dei propri bisogni energetici.

La dieta voleva quindi consentire di gestire nel migliore dei modi l’energia attraverso l’alimentazione.

Per capire come funziona la dieta Chenot, bisogna iniziare col dire che ogni individuo nasce con un patrimonio genetico unico che lo espone a determinate patologie anzichè altre. La dieta presuppone in prima cosa l’identificazione del terreno di origine grazie a cui si possono stabilire i disequilibri interni. I terreni possono essere:

  • alcalino ossidante (gioioso, socievole, problemi circolatori cardiaci)
  • acido ossidante (rancoroso, collerico, tendenzialmente carnivoro, problemi epatici)
  • acido riduttore (irrequieto, problemi arteriosi e calcoli)
  • alcalino reduttore (espressione triste, sempre stanco, ritenzione idrica)

Inoltre la dieta eamina anche le 9 zone del viso per ottenere le indicazioni su quali sono gli organi deboli.

Proprio in base a questi elementi viene individuata la dieta corretta per ogni persona.

I benefici

Questa dieta specifica permette di conoscersi molto più a fondo e garantisce di trovare un tipo di alimentazione ideale per le proprie caratteristiche individuali. Non si tratta di una dieta fai da te, infatti chi decide di iniziare a praticare questo regime alimentare deve essere molto determinato e soprattutto farsi seguire da un medico specialista.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cos’è e quali sono i sintomi della sensibilità al glutine

Quali sono i cibi da evitare dopo i 50 anni?

Leggi anche
Contents.media