Fanghi anticellulite: come farli e quali sono i benefici

I fanghi anticellulite combattono la buccia d'arancia contrastando il ristagno dei liquidi e rendendo la pelle liscia, elastica e tonica

I fanghi anticellulite sono un trattamento di bellezza utile per contrastare la ritenzione idrica. Si ottengono mischiando acqua termale e argilla impreziosita da alghe, plancton, essenze e oligoelementi.

Fanghi anticellulite: perché sono utili?

I fanghi anticellulite sono utili nella lotta alla pelle a buccia d’arancia.

I trattamenti termali, infatti, migliorano la circolazione locale grazie al calore del fango ed alle proprietà vasotoniche degli oli essenziali mescolati nell’impasto. Il fango, infatti, aumenta sensibilmente la temperatura corporea, favorisce la sudorazione ed incentiva la microcircolazione.

Il fango, inoltre, aumenta la resistenza delle pareti cellulari, oltre a contrastare il ristagno dei liquidi interstiziali sulla pelle in cui viene applicato.

I fanghi anticellulite, quindi, migliorano molto l’aspetto della pelle a buccia d’arancia: l’argilla contenuta al suo interno, infatti, conferisce elasticità e tono ai tessuti, purificando nel contempo la pelle.

L’epidermide, già dopo la prima applicazione, appare più liscia, elastica e tonica.

Effetti indesiderati

Generalmente i fanghi anticellulite non producono alcun effetto indesiderato, ma in alcuni casi si può avvertire una sensazione di pizzicore associato ad arrossamento.

Nel caso in cui si manifestino sintomi come bruciore o prurito, è necessario rimuovere immediatamente il fango e rivolgersi ad un medico: tali sintomi, infatti, potrebbero essere il segno di un’eventuale allergia a qualcuno dei componenti del trattamento.

Controindicazioni

I fanghi anticellulite sono controindicati in caso di fragilità capillare e per i soggetti che soffrono di disturbi varicosi.

L’applicazione di questo trattamento è sconsigliata anche alle donne in gravidanza o che stanno allattando al seno.

Consigli

I fanghi anticellulite apportano molti benefici al nostro organismo. Tuttavia, per eliminare o ridurre la buccia d’arancia, è sempre consigliato fare attività fisica e seguire un’alimentazione adeguata ed equilibrata.

I trattamenti di bellezza da soli, infatti, non bastano per contrastare la cellulite.

Occorre, invece, bere molta acqua, mangiare tanta frutta, verdura e cereali integrali e ridurre l’apporto di zuccheri, carne rossa, latticini e cibi grassi.

Infine, è necessario allenarsi almeno tre volte a settimana.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Glaucoma: molti pazienti rischiano la cecità per paura di contrarre il covid

Ovaio micropolicistico: come riconoscerlo?

Leggi anche
Contents.media