Notizie.it logo

Gli X-files della medicina

Gli X-files della medicina

La scienza fa passi da gigante. Tassello dopo tassello arriva a comporre puzzle che un tempo sembravano insolubili. E la velocità con cui questo avviene sembra aumentare in modo esponenziale, complice anche il maggior interscambio tra varie branche della scienza e della tecnologia per cui una scoperta in un campo può portare immediati benefici anche in altri settori apparentemente lontani.

Tuttavia ogni nuova risposta genera altre domande che vanno ad aggiungersi a quesiti non ancora risolti. Fatto sta che ancora oggi la scienza deve fare i conti con alcuni misteri ancora irrisolti.

La medicina non è da meno e nonostante i tanti miglioramenti, le scoperte e le malattie debellate o rese almeno curabili, non ha ancora la risposta per tutto. Non è una scienza esatta, ma anche se lo fosse ci sarebbe sempre spazio per il caso inspiegabile o almeno inspiegabile con i mezzi a disposizione della scienza al momento.

Ma allora quali sono questi misteri medici? La rivista NewScientist ne ha rilevati sette tra i più interessanti che sono al limite dell'X file.

Disturbi di cui non si conoscono le cause, che magari appaiono ad un certo punto della vita di un paziente per poi scomparire o che rappresentano una vera e propria anomalia della natura.
Vediamoli.
L'allergia all'acqua. Può sembrare incredibile, visto che il corpo umano è composto per oltre il 60 per cento di acqua, ma ci sono delle persone che se indugiano qualche minuto di troppo nella doccia, o se la temperatura dell'acqua è troppo bassa, sviluppano una reazione allergica. Si tratta di un particolare tipo di orticaria classificata come "acqua genica" già nel 1964 e che resta ancora un mistero irrisolto.

Soggetti chimera. Si tratta di persone che derivano dalla fusione di gemelli non identici in un unico corpo, nelle prime fasi di sviluppo nel grembo materno. È quello che è accaduto a  una donna americana, Margot Kruskall, che si è rivolta al proprio medico disperata perché dalle analisi del genotipo del figlio risultava che il ragazzo, ormai grande, che lei aveva partorito non era geneticamente suo figlio. Era senza ombra di dubbio figlio del marito, ma lei non era la madre. Ai medici del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston ci sono voluti due anni per capire che Margot è una donna chimera e che il figlio ha ereditato non il suo corredo genetico ma quello della gemella mai nata.

La sindrome dell'accento straniero. Si tratta di casi meno rari del precedente di individui che, dopo un ictus o un forte shock, cominciano a parlare una lingua diversa da quella madre. È accaduto ad esempio a una donna norvegese che nel 1941 in piena seconda guerra mondiale in seguito allo shock subito a causa di un attacco aereo cominciò a parlare con spiccato accento tedesco.

Il morbo di Morgellons. Forte prurito, piaghe cutanee che non si rimarginano, sensazione di qualcosa che brulica sottopelle, fuoriuscita di fibre dalla pelle: questi i sintomi del morbo di Morgellons, nome del primo paziente che, a memoria, ha lamentato questi sintomi nel lontano diciassettesimo secolo. La medicina ufficiale non ha ancora una posizione su questo morbo. Fino a dieci anni fa nessun medico dava ascolto ai pazienti che sostenevano di avere questo disturbo, ma oggi ai Centers for Disease Control and Prevention statunitensi vi è un gruppo di scienziati che si sta occupando di raccogliere le esperienze dei pazienti e di capire l'origine di questo strano disturbo.

The NewScientist presenta poi altri due misteri per i quali la medicina sembra essere sulla strada giusta.

La pazzia di Re Giorgio. Il re britannico, Georgio III, soffrì di attacchi di grande sconvolgimento mentale, per i quali doveva addirittura essere trattenuto con la forza o legato a una sedia. Purtroppo per lui solo ora gli scienziati pensano di aver capito quale fosse la causa di questi attacchi: il re soffriva infatti di un difetto genetico chiamato porfiria i cui sintomi venivano curati dal medico di corte. Nel 2005 i ricercatori scoprirono elevate concentrazioni di arsenico in un campione di capelli del regnante il che li portò a dire che le sostanze somministrategli fossero contaminate con arsenico le quali rendevano la sua predisposizione agli attacchi di porfiria di gran lunga più frequenti e gravi. Ma di misteri medici in personaggi storici ce ne sono tanti altri.

L'uomo albero. Dede, un uomo indonesiano (West Java) è stato soprannominato così a causa dell'aspetto deformato delle sue mani e dei suoi piedi che lo fanno assomigliare più ad un albero che ad un uomo. Finora la causa di questa deformazione particolare non era nota, ma fortunatamente, questo mistero sembra essersi risolto. A maggio alcuni ricercatori dopo infinite indagini hanno ipotizzato che l'origine del problema sia una rara deficienza immunitaria, che consente al virus del papilloma umano – un particolare tipo di virus che nelle persone sane causa le verruche – di moltiplicarsi incontrollatamente.

Il dito putrido. L'ultimo mistero medico riportato dalla rivista americana riguarda invece un caso che si è risolto ma non per intervento medico. Il caso, che è stato chiamato appunto del "dito putrido" risale al 1996 quando la rivista medica The Lancet sollevò la questione di un uomo di 29 anni che si era punto con un osso di pollo 5 anni prima, procurandosi un'infezione che emanava un odore terribile e quasi insopportabile anche a distanza, che non guariva e non rispondeva alle cure antibiotiche note. Dieci anni più tardi i medici che avevano lanciato l'appello ai colleghi per trovare se non una cura per l'infezione almeno per l'odore che rendeva la vita di questo paziente impossibile, sono stati ricontattati e hanno detto che alla fine non è arrivata nessuno proposta di soluzione, ma che il paziente è guarito spontaneamente e così se ne è andato anche l'odore. L'agente patogeno insensibile ai farmaci non è però mai stato identificato.

Tutti casi molto interessanti oltreché misteriosi. Di certo farebbero la felicità del dottor House, ma non solo di lui…

Per sapere di chi sto parlando continuate a seguirmi: nel prossimo post vi svelerò questo mistero…

Fonte: Pensiero Scientifico

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.