Milano Yoga Festival 2011: dove e quando, ecco l'agenda

Torna il Milano Yoga Festival: nel post tutti gli appuntamenti da non perdere.

Torna il Milano Yoga Festival che, come ogni anno, ci apprestiamo a seguire anche noi di Rimedi Naturali.

Giunto alla 6° edizione (cui si aggiungono le edizioni di Roma e Merano) il Festival presenta e sviluppa le mille sfumature che lo Yoga ha assunto nel corso del tempo, rivolgendosi a tutti coloro (insegnanti, appassionati o semplici curiosi) che vogliono scoprire le diverse discipline di questa filosofia antica e approfondire anche altre scienze e discipline correlate, come l’Olistica e Ayurveda.

L’edizione di quest’anno verterà sul cambiamento: sia che si creda o meno alla fatidica data del 2012, constatiamo ogni giorno come questo momento storico sia carico di cambiamenti di ogni tipo: sociali, politici, economici, ambientali.

Non possiamo sapere cosa ci riserva il futuro. Possiamo però prepararci al cambiamento nel miglior modo possibile: praticando Yoga, meditazione, curando l’alimentazione, il corpo e la mente. Con la pratica, ogni cosa può ritrovare il suo ordine, la sua armonia.

La trasformazione è soprattutto interiore: lo Yoga è uno strumento che offre tecniche straordinarie, con percorsi che aiutano a prendere consapevolezza, a scoprire le parti più profonde dell’essere svelando ad ognuno la propria direzione per cambiare. 

Il Festival quest’anno si rinnova nel programma che seleziona e circoscrive i seminari più specifici, diretti soprattutto a chi già pratica (costo invariato delle scorse edizioni: 25 euro) e aumenta notevolmente le classi, le conferenze e gli eventi gratuiti: più di 100 in soli 3 giorni, con spazi appositi studiati per i principianti assoluti.

Come ogni anno, non mancheranno seminari di pratica e meditazione: sono in programma 24 seminari di pratica (durata circa 2 ore) con grandi maestri contemporanei per scoprire la disciplina classica seppur nei diversi stili oppure con giovani ma affermati insegnanti per comprendere l’evoluzione che lo Yoga ha assunto nel corso degli anni.

Molte le novità presenti al Milano Yoga Festival 2011:

Suryabhody, ideato da Andrea Manera che combina lo Yoga e il Yi Quan (da cui attinge solo per il risveglio dell’energia e per le profonde valenze riabilitative – non come arte marziale), e permette di accedere ad un sentire più profondo e risvegliare le emozioni fisiche e psichiche.

Acroyoga, con Jacopo Ceccarelli, un mix di yoga, massaggio tailandese e acrobazie. Si fa almeno in due, sviluppa autostima e fiducia nell’altro.

Yoga Nidra (Yoga del Sonno) condotto da Micheline Flack, personaggio straordinario, una vita dedicata alla divulgazione dello yoga in Occidente e fondatrice del RYE, Recherche sur le Yoga dans l’Education. Al Festival, la Flack propone una particolare pratica di rilassamento in preparazione ai mutamenti del 2012.

Centered Yoga: proposto dalla grande maestra Dona Holleman, 50 anni di esperienza, olandese con profonde radici asiatiche, è una pratica “unitaria” dove l’aspetto delle asana non è disgiunto dalla meditazione, per trovare il proprio centro dentro e fuori, in armonia con la natura e la sua forza universale. 

Guerrilla Yoga, con Marc Holzman, una particolare formula di pratica “itinerante” di Anusara Yoga sviluppatasi nell’area di Los Angeles, caratterizzato dall’affiatamento del gruppo e dall’entusiasmo nella pratica.

Non mancheranno importanti  momenti di meditazione, come i workshop con Mario Thavanaro, monaco buddista laico e noto maestro di meditazione, propone una pratica meditativa intensa, da ripetere nel quotidiano, che porta al risveglio alla verità delle cose e Siddho Marchesi, la Meditazione di Osho come sviluppo della propria consapevolezza.

Molti anche gli incontri, i dibattiti e le conferenze gratuite, aperte a tutti, che si sviluppano intorno a nuovi e antichi saperi e alla scoperta di orizzonti della scienza sempre più sorprendenti. 

Ci saranno oltre 50 lezioni brevi (45 minuti) e gratuite tenute da scuole qualificate, per entrare in contatto con realtà diverse di alto livello, riunite eccezionalmente sotto lo stesso tetto. Le stesse scuole sono presenti per tutta la durata del festival nell’Area Scuole per informare circa i propri programmi, calendari, attività, promozioni ecc.

Tra le novità ci sarà anche il laboratorio di cucina yogica e vegana: un nuovo spazio per imparare a preparare cibo energetico, salutare e biologico, usare le spezie, riconoscere gli ingredienti e usarli nel modo corretto. 

Trovate il programma completo sul sito dello Yoga Festival. Nei prossimi giorni pubblicheremo foto e video dell’evento. 

Appuntamento da oggi fino a domenica 16 ottobre presso Superstudio Più in Via Tortona, 27.
http://www.yogafestival.it/

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Meno dolore con la digitopressione

Televoto dunque sono. Al Festival vince il pubblico delle cartine… telefoniche!

Leggi anche
Contents.media