Notizie.it logo

Reflusso acido: tutti i cibi e gli alimenti tabù

reflusso acido

Per ridurre il reflusso acido è possibile ricorrere a diversi rimedi. Vediamo insieme quali sono i metodi migliori.

Coloro che soffrondo di reflusso acido non possono permettersi di mangiare tutto ciò che vogliono, ma devono seguire una dieta attenta e precisa.

Cause del reflusso

Il reflusso acido o reflusso gastrico è un disturbo che viene causato dalla risalita del contenuto dell’esofago e dello stomaco. Se non curato, questo può degenerare in una vera e propria malattia in quanto il reflusso può danneggiare le pareti dello stomaco.

Il reflusso gastrico può avere diverse e svariate cause. Per prima cosa, può essere dovuto a un problema dello sfintere esofageo inferiore, una valvola che regola il passaggio di cibo dall’esofago allo stomaco. Questa valvola, dopo il passaggio degli alimenti, si chiude e impedisce che i succhi gastrici risalgano. Nel caso in cui questa si rilassi, però, può causare frequenti episodi di reflusso acido.

Un’altra causa che può generare il reflusso è l’acidità della saliva.

La saliva è una sostanza basica che serve per rimuovere l’acidità dei prodotti che arrivano nello stomaco, ma nel caso in cui sia essa stessa acida non può naturalmente assolvere a questo prezioso compito. L’alterazione del ph della saliva può essere dovuto a diversi fattori, tra cui l’eccessiva inalazione di fumo, motivo per cui i fenomeni di reflusso acido sono più frequenti nei fumatori.

Rimedi

Coloro che soffrono di reflusso acido devono seguire una dieta particolare e soprattutto devono astenersi dal consumo di alcuni cibi per tenere quanto più possibile basso i loro succhi gastrici. Alcuni cibi, infatti, sembrano accelerare e aggravare la condizione, motivo per cui è bene consumarli in piccole quantità.

Per combattere il reflusso acido, è necessario per prima cosa modificare il proprio stile di vita.

Dal momento che il fumo può essere una causa scatenante del reflusso, è senza dubbio bene smettere di fumare. Inoltre, solitamente viene consigliato di indossare vestiti larghi, sollevare la testata del letto e soprattutto seguire una dieta precisa, astenendosi dal consumo di determinati prodotti.

Cibi da evitare

Ci sono alcuni prodotti che, più di altri, si rivelano particolarmente nocivi per coloro che soffrondo di reflusso acido e che di conseguenza dovrebbero essere eliminati dalla dieta o quanto meno ridotti di quantità. Tra questi rientrano senza dubbio i cibi piccanti, gli alimenti fritti, l’aglio, la cipolla, la menta piperita, il sale, il cioccolato e gli agrumi. Inoltre, anche il pomodoro deve essere quanto più possibile evitato e anche tutti quei cibi preparati con questo, pizza inclusa.

Coloro che soffrono di reflusso gastrico non possono sorvolare o distogliere l’attenzione nemmeno dalle bevande.

Alcuni prodotti, come ad esempio la soda, i succhi a base di agrumi, gli alcolici e in particolare il vino e il caffè, incluso quello decaffeinato, dovrebbero essere consumati nella minore quantità possibile.

Parere degli esperti

Moltissimi dottori ritengono che questi cibi e queste bevande debbano essere completamente eliminati dalla dieta pr poter curare il reflusso gastrico. Altri, invece, sono convinti che più che una diversa alimentazione siano più efficaci una serie di abitudini differenti, come ad esempio il sollevamento della testata del letto o la perdita di peso.

Uno studio eseguito da alcuni ricercatori dell’Università di Stanford ha messo in evidenza che apportare dei cambiamenti alla dieta ha in realtà un effetto molto limitato sul verificarsi del reflusso acido. Al contrario sono molto maggiori i benefici che si possono trarre da un cambiamento sostanziale dello stile di vita.

Questo studio ha evidenziato che perdere peso è essenziale per ridurre gli effetti del reflusso gastrico.

In realtà, questi dati potrebbero essere ricondotti al fatto che l’obesità è un fattore di rischio particolarmente cruciale per il reflusso acido. Ciò significa che mangiare troppo di qualsiasi cibo potrebbe essere molto peggio di consumare una piccola quantità di uno dei cosiddetti cibi cattivi menzionati sopra.

Soluzioni possibili

Di conseguenza, non tutti sono d’accordo sul fatto che l’eliminazione dalla dieta dei cibi che vengono ritenuti nocivi sia affettivamente la soluzione per ridurre il reflusso acido. Senza alcun dubbio, i prodotti peggiori sono quelli che provocano il reflusso e potrebbero rientrare oppure no nella lista proprosta in precedenza.

Per scoprire quali sono i prodotti che provocano il reflusso, viene solitamente consigliato di tenere un diario alimentare in cui prendere nota di tutti i cibi che vengono assunti e di quali sintomi generano.

Una volta che sono stati identificati i prodotti che provocano il reflusso acido, devono naturalmente essere eliminati dalla propria dieta, o quanto meno è meglio fare in modo di consumarli in quantità ridotte. Eventualmente, è possibile anche assumere un farmaco anti-reflusso prima di mangiare quei prodotti che generano problemi, tenendo sempre a mente quanto sia meglio evitare il costante ricorso ai medicinali.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche