Semi di psillio, il segreto per avere un intestino sano

I semi di psillio sono ricchissimi di fibre e sono molto apprezzati anche per la loro capacità di eliminare le tossine in eccesso

I semi di psillio sono i semi della Plantago ovata, una pianta di origine indiana conosciuta e apprezzata soprattutto per le sue proprietà contro stitichezza e diarrea. Scopriamoli insieme.

Semi di psillio: a cosa servono?

I semi di psillio sono ricchissimi di fibre e mucillagini, ma contengono anche proteine, grassi e carboidrati.

Sono proprio queste sostanze che attribuiscono ai semi le loro proprietà riequilibranti sull’intestino.

Le mucillagini e le fibre, infatti, una volta arrivate nell’intestino, aumentano la massa fecale consentendo così una più facile evacuazione. I semi di psillio, quindi, sono utili sia in caso di stitichezza che di diarrea, e svolgono anche una funzione protettiva e antinfiammatoria delle mucose gastriche.

I semini, poi, aiutano a ridurre il colesterolo grazie all’abbondante presenza di fibre, depurano l’organismo e rafforzano le difese immunitarie perché nutrono i batteri buoni della flora batterica intestinale.

Benefici dei semi di psillio

I semi di psillio apportano diversi benefici al nostro organismo, primo fra tutti la capacità di riequilibrio intestinale. Di conseguenza, sono apprezzati anche per le loro capacità di eliminare le tossine accumulate nell’organismo.

I semini possono tornare utili anche in caso di ragadi o emorroidi, grazie alla loro capacità di ammorbidire la massa fecale. Non solo, si sono registrati anche risultati positivi nei confronti dei soggetti che soffrivano di colesterolo alto o di ipertensione, e questo grazie all’elevata presenza di fibre.

I semi di psillio sono noti anche per le loro proprietà lenitive soprattutto a livello intestinale, e sono un valido aiuto in caso di colite o infiammazioni a carico di colon e intestino. Infine, i semi sono ottimi per favorire l’equilibrio della flora batterica intestinale e per aumentare le difese immunitarie basse.

Semi di psillio: le controindicazioni

I semi di psillio generalmente sono ben tollerati da tutti, ma sono sconsigliati ai soggetti che soffrono di diverticoli o di occlusione intestinale.

Inoltre, bisogna fare attenzione alle dosi che si assumono, perché si potrebbe incorrere in effetti collaterali di tipo gastrointestinale. Infine, si raccomanda di utilizzare i semi di psillio solo per il tempo necessario a risolvere o alleviare il problema.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Un profumo che rilassa e non solo: le proprietà cosmetiche della melissa

Karkadè per capelli: ecco i benefici e gli utilizzi principali

Leggi anche
Contents.media