Succo di arancia per fare il pieno di vitamine e antiossidanti

Il succo di arancia contiene una forte componente acida e per questo può provocare reflusso e acidità di stomaco

Il succo d’arancia è una bevanda molto apprezzata in tutto il mondo, ottima a colazione per fare il pieno di vitamina C. Scopriamone insieme le proprietà.

Succo d’arancia: le proprietà benefiche

Il succo d’arancia è una bevanda molto dissetante, oltre ad essere un vero e proprio concentrato di benessere.

Al suo interno, contiene fibre, proteine, vitamina A, vitamina C, tiamina, acido folico, potassio, magnesio, rame, flavonoidi ed esperidina.

Questi nutrienti rendono il succo d’arancia un metodo naturale e sano per potenziare il sistema immunitario, per ridurre i segni di invecchiamento e per disintossicare il corpo.

Inoltre, la bevanda è ipocalorica, dato che contiene solo 44 kcal ogni 100 grammi di frutta.

Succo di arancia: gli effetti benefici

Il succo di arancia apporta tanti benefici al nostro organismo.

Il succo, infatti, è in grado di migliorare la pelle, viste le sue qualità antiossidanti. La bevanda previene anche eventuali danni causati dai radicali liberi all’apparato cardiocircolatorio, grazie all’azione dell’esperidina. Inoltre, riduce i sintomi dell’influenza, come mal di gola e raffreddore e aiuta a migliorare i problemi provocati dalla cattiva digestione, stabilizzando le funzioni intestinali.

Il succo di arancia è ottimo per chi soffre di diabete, visto che gli agrumi contengono poco zucchero e hanno capacità diuretiche.

La bevanda è indicata anche nei casi di insufficienza biliare, visto che evita la cattiva digestione, il gonfiore e la fermentazione degli alimenti.

Il succo di arancia è ottimo anche per chi segue una dieta dimagrante, perché contiene poche calorie. Inoltre, la bevanda è un valido aiuto per prevenire l’invecchiamento cellulare, per via delle sue proprietà antiossidanti. in questo senso, il succo di arancia previene malattie come ipertensione, arteriosclerosi, perdita di udito e perdita della vista.

Succo d’arancia: come gustarlo

Preparare il succo d’arancia è molto semplice, basta spremere delle arance con uno spremiagrumi. Solitamente, le arance si trovano durante il periodo invernale, perciò si può preparare la bevanda fresca nel periodo compreso tra novembre e marzo.

È importante bere il succo d’arancia appena spremuto, per evitare che le proprietà nutritive del frutto si disperdano nell’aria, soprattutto la vitamina C. Si può gustare la bevanda a colazione, magari accompagnata da un toast o da pietanze dolci, oppure a metà mattina o metà pomeriggio.

Succo di arancia: le controindicazioni

Il succo di arancia ha delle controindicazioni, dato che ha una forte componente acida. Proprio per questo è sconsigliata in caso di patologie gastriche e infiammazioni dello stomaco. Inoltre, è sconsigliato bere il succo la sera, perché può creare acidità di stomaco e reflusso.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Caffè: i benefici e le controindicazioni principali dell’amata bevanda

Farmacia Europea: un successo certificato dalle recensioni positive

Leggi anche
Contents.media