Tisana alla malva, un rimedio contro i disturbi intestinali

La tisana alla malva non va assunta per periodi prolungati, perchè può interferire con l'assorbimento dei farmaci a livello intestinale

La tisana alla malva è una bevanda che esercita proprietà benefiche utili in caso di problemi gastrointestinali, tosse e mal di gola. Scopriamone le caratteristiche.

Tisana alla malva: le proprietà

La malva è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae, ed è ricca di sostanze benefiche.

La malva, infatti, contiene mucillagini, tannini, flavonoidi, minerali e vitamine, e proprio per questo viene utilizzata come rimedio naturale.

La malva viene utilizzata per placare numerosi disturbi. Innanzitutto, ha proprietà lenitive, dovute alla presenza delle mucillagini, utili per proteggere pelle e mucose. La pianta è utile anche per alleviare disturbi come tosse, mal di gola e infiammazioni a laringe e faringe. Inoltre, la malva è utilizzata anche in caso di irritazioni al cavo orale e di disturbi all’apparato gastrointestinale.

La pianta, infatti, è un ottimo rimedio naturale in caso di coliche, stipsi, infiammazioni intestinali, perché esercita un’azione lenitiva e blandamente lassativa grazie alle numerose mucillagini in essa contenute.

Tisana alla malva: come prepararla

Preparare la tisana alla malva è molto semplice. Basta lasciar macerare per una notte intera fiori e foglie della pianta in acqua fredda. Il liquido va poi filtrato e riscaldato leggermente prima di essere consumato. È possibile bere la tisana alla malva in qualsiasi momento della giornata o in caso di disturbi allo stomaco e alla gola.

La tisana alla malva può anche essere utilizzata esternamente per effettuare dei gargarismi e risciacqui del cavo orale in caso di irritazioni. Con l’infuso di malva è possibile anche realizzare degli impacchi utilizzando del cotone imbevuto con il liquido da applicare localmente sulla pelle per qualche minuto in caso di prurito, arrossamento, irritazioni e secchezza della pelle.

Tisana alla malva: le controindicazioni

Generalmente la tisana alla malva è ben tollerata e può essere utilizzata anche in caso di gravidanza, allattamento, dai bambini e dagli anziani.

L’assunzione della bevanda è sconsigliata solo in caso di accertata ipersensibilità a uno o più componenti presenti nella pianta.

Infine, bisogna tener presente che bere la tisana alla malva per un tempo troppo prolungato potrebbe interferire con l’assorbimento di farmaci a livello intestinale, diminuendone la biodisponibilità.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Magnesio per i capelli: quali sono i principali benefici

Frullato di ananas per dimagrire e tornare in forma

Leggi anche
  • rimedi naturali colesterolo trigliceridiI rimedi naturali contro colesterolo cattivo e trigliceridi alti

    Tra i rimedi naturali più efficaci contro il colesterolo cattivo e i trigliceridi ci sono il riso rosso fermentato, il carciofo e il tarassaco

  • rimediCome stimolare naturalmente la ricrescita delle gengive

    Per stimolare naturalmente la ricrescita delle gengive è possibile affidarsi ad alcuni rimedi naturali: ecco i tre migliori.

  • alimenti depurare fegatoI migliori alimenti che aiutano a depurare il fegato

    Ci sono tanti alimenti che aiutano a depurare il fegato e, tra essi, ci sono gli ortaggi a foglia verde, le mele, l’avocado e l’olio extravergine di oliva

  • foglia alloro ipertensione insonnia diabeteFoglia d’alloro per curare ipertensione, diabete e insonnia naturalmente

    La tisana a base di alloro è facile da preparare, contrasta l’insonnia, la febbre, l’ipertensione, l’aerofagia e anche il diabete

Contents.media