Zucca, un aiuto naturale contro la glicemia

La zucca, mangiata in quantità modeste, aiuta ad evitare picchi di glicemia alta, diminuendo il fabbisogno giornaliero di insulina

La zucca è un vegetale tipico del periodo autunnale, ricca di proprietà benefiche e dal sapore dolce e caratteristico. In pochi però sanno che la zucca è un valido aiuto per chi soffre di glicemia alta. Scopriamo insieme perché.

Zucca: le proprietà benefiche per la glicemia

La zucca, anche se ha un sapore dolce, contiene poche calorie e pochi zuccheri. 100 grammi di prodotto contengono infatti 48 kcal. Al contrario, la zucca contiene moltissime fibre, che sono un aiuto naturale non solo per la motilità intestinale, ma anche per normalizzare il livello di glicemia nel sangue.

Zucca: gli effetti sulla glicemia

Per capire gli effetti che un alimento potrebbe avere sulla glicemia, bisogna tenere in considerazione due valori: il carico glicemico e l’indice glicemico.

L’indice glicemico (IG) indica la capacità di un alimento di influire sul picco di glicemia nel sangue e i suoi valori vanno da 1 a 100. Il carico glicemico (GL), invece, indica la quantità di carboidrati presenti all’interno di un alimento che possono causare un aumento della glicemia nel sangue e i suoi valori vanno da 1 a 10.

La zucca ha un basso carico glicemico (3) ma un alto indice glicemico (75).

Ciò significa che è un alimento che va mangiato nelle dosi giornaliere consigliate, ossia 120 grammi, per evitare problemi di glicemia alta. Mangiarne in quantità maggiori, infatti, comporta un aumento importante di glicemia, dannoso soprattutto per il paziente diabetico.

La correlazione tra zucca e diabete è stata anche oggetto di numerosi studi, e si è scoperto che il vegetale può essere un valido aiuto naturale contro il diabete. Pare infatti che l’assunzione costante di zucca diminuisca il fabbisogno giornaliero di insulina nei pazienti che soffrono di diabete.

Inoltre, la zucca contiene due composti, la trigonellina e l’acido nicotinico, che aiutano a prevenire il diabete e ad abbassare la glicemia nel sangue.

Zucca: come consumarla per abbassare la glicemia

Per abbassare la glicemia, bisogna consumare solo la zucca e i suoi semi allo stato naturale. Bisogna quindi evitare quei prodotti industriali a base di zucca, come torte o pane confezionati, perché contengono zuccheri aggiunti e cereali raffinati che non sono indicati per chi soffre di diabete.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Barò Cosmetici: proprietà e novità 2021

Studio e benefici sul caffè per prevenire calcoli renali

Leggi anche
  • Come non ingrassare prima delle feste: i cibi detoxCome non ingrassare prima delle feste: i cibi detox

    Come non ingrassare prima delle feste è prerogativa di molti. Scopriamo insieme come farlo con i cibi detox.

  • limoniLimoni, gli agrumi che rinforzano il sistema immunitario

    I limoni contengono sali minerali e vitamina C, sostanze che favoriscono la digestione e depurano l’organismo

  • carenza ferroCarenza di ferro: quali cibi bisogna mangiare?

    In caso di carenza di ferro, si raccomanda di mangiare carne rossa e bianca, pesce azzurro, uova e verdure a foglia verde scuro

  • Alimenti e integratori di vitamina AVitamina A: dove si trova e integratori naturali

    Una carenza di vitamina A può creare diversi scompensi al nostro organismo. Vediamo insieme dove si trova, quali alimenti mangiare per farne scorta

Contents.media