Come fare la raccolta differenziata: consigli e suggerimenti

Fare la raccolta differenziata in maniera corretta significa sapere con esattezza dove buttare i diversi rifiuti, in modo da facilitare il riciclo

Ad oggi, nonostante ci siamo abituati ad effettuare la raccolta differenziata, sono tanti gli errori che commettiamo quando gettiamo via i nostri rifiuti. Ecco quindi una mini guida per effettuare correttamente la raccolta differenziata.

Come fare la raccolta differenziata

Plastica

Gli oggetti in plastica sono quelli più diffusi e utilizzati, ma sono anche quelli che si prestano ad un riciclo completo. Bottiglie, buste, contenitori vari, incarti per alimenti sono tutti elementi che possono essere riciclati con facilità. Per effettuare la raccolta differenziata in maniera corretta, però, occorre che tutti questi oggetti siano puliti e non presentino residui di cibo o di sostanze pericolose, come vernici o colle.

Carta

Fogli, cartoncini, scatole, giornali, quaderni, scatole del latte, dei succhi di frutta, dei corn flakes e vaschette porta-uova in cartone possono essere tutti riciclati facilmente.

Per una perfetta raccolta differenziata, però, evitate di buttare nei bidoni della carta quella unta, quella da forno e piatti e bicchieri di carta. Inoltre, gli imballaggi o gli scatoloni molto grandi vanno sempre appiattiti o tagliati in piccoli pezzi.

Umido

Gli avanzi di cibo, gli alimenti andati a male, fondi di caffè, bustine di tè e i tovaglioli di carta utilizzati vanno tutti buttati nel cestino dell’umido.

Vetro

Per fare la raccolta differenziata in maniera corretta, buttate nel cassonetto del vetro solo bottiglie, bicchieri, barattoli e vasi. Non buttate, invece, lampadine, bicchieri di cristallo, specchi, neon, tutti materiali che devono essere riciclati in maniera differente. Anche in questo caso, i contenitori devono essere puliti e vuoti.

Indifferenziata

Nell’indifferenziata si devono buttare materiali unti e sporchi, giocattoli, fiori finti, sacchetti dell’aspirapolvere, cd, dvd, spazzolini e videocassette. Nell’indifferenziata vanno buttati anche piatti e bicchieri di ceramica, materiale che non è possibile riciclare.

Infine, in questo contenitore vanno buttati gli scontrini che, essendo fatti di carta termica, creano problemi in fase di riciclo della carta.

Medicinali e pile

I medicinali scaduti non devono essere buttati nell’indifferenziata, ma vanno buttati negli appositi contenitori che si trovano presso le farmacie o nelle Asl. La stessa cosa vale per le pile esaurite che, per essere riciclate correttamente, devono essere buttate nei contenitori presenti nei negozi di elettronica.

Rifiuti ingombranti

I rifiuti ingombranti come elettrodomestici, divani, mobili e letti, per essere smaltiti correttamente, devono essere portati nelle stazioni ecologiche. La stessa cosa vale anche per i dispositivi elettronici. Ciò perché tutti questi oggetti, prima di essere riciclati, devono essere smontati e si devono rimuovere le componenti pericolose per l’ambiente prima di essere avviati verso un corretto smaltimento.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I migliori rimedi naturali contro il dolore cervicale

Tarassaco: ecco quali sono le proprietà e controindicazioni principali

Leggi anche
Contents.media