Fotofobia: sintomi, cause e rimedi del disturbo

La sensibilità eccessiva alla luce rappresenta un disturbo oculare chiamato fotofobia. Scopriamo quali sono i sintomi principali.

La fotofobia è la sensibilità degli occhi alla luce. Si tratta di un disturbo abbastanza comune e in molti casi è associato a malattie di vario tipo, altre volte invece non è associato a nessuna patologia come succede dopo gli interventi chilurgici. Può essere anche causata da un uso scorretto delle lenti a contatto oppure può essere l’effetto collaterale di alcuni farmaci.

Vediamo quali sono i sintomi comuni della fotofobia.

Fotofobia: cos’è

La fotofobia è un disturbo oculare che si manifesta come sensibilità eccessiva o addirittura intolleranza nei confronti della luce. Questo problema crea molti disagi e un vero e proprio senso di avversione o dolore agli occhi in seguito all’esposizione a una sorgente luminosa sia artificiale che naturale.

Si può osservare in tante malattie diverse come ad esempio mal di testa, morbillo, meningite, congiuntivite e cheratite.

Advertisements

Molte persone però soffrono di intolleranza alla luce semplicemente per via di una grande sensibilità dell’occhio anche senza una patologia di base. Spesso si manifesta nelle persone con occhi chiari e accompagna spesso l’albinismo.

Sintomi della fotofobia

Il primo sintomo della fotofobia è l’intolleranza alla luce che rende difficile tenere gli occhi aperti quando c’è molta luce sia naturale che artificiale. Esistono però anche altri sintomi collegati al disturbo, tra i più comuni c’è il dolore agli occhi, la lacrimazione eccessiva e la vista offuscata.

Spesso si hanno anche forti bruciori, rossori congiuntivali, vista offuscata e difficoltà ad aprire gli occhi.

Nei casi più gravi che richiedono un intervento tempestivo i segnali sono febbre anche alta, vomito e vertigini. In questi casi è essenziale agire in fretta in modo tale da ritrovare il benessere degli occhi.

Rimedi contro la fotofobia

Per limitare la fotofobia si dovrebbe ridurre la luce diretta del sole utilizzando gli occhiali con lenti scure.

Suggeriamo anche di ridurre l’illuminazione degli ambienti chiusi allo scopo di ridurre i fastidi agli occhi. Tenete conto anche del fatto che se alla base del problema c’è una malattia specifica è fondamentale cercare di risolvere nello specifico quel problema. Per far diminuire i fastidi agli occhi è bene utilizzare un collirio, vi consigliamo di chiedere consiglio al farmacista per scegliene uno perfetto. Il fastidio dovrebbe passare da solo nel giro di qualche giorno, in caso contrario è bene chiedere al proprio medico come comportarsi.

Nel caso di fotofobia è bene rivolgersi al medico se la sensibilità alla luce è particolarmente accentuata. Infatti consigliamo di andare subito dal medico quando avete la necessità di insossare occhiali da sole nei luoghi chiusi oppre se provate dolore. Anche nel caso in cui compaiano occhi molto rossi e vista offuscata è essenziale chiedere aiuta a un professionista, proprio come anche nel caso di mal di testa persistente e febbre alta.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I migliori esercizi per le spalle a corpo libero

Onicomicosi: come curare il disturbo

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.