Micromostri, ritratti di microbi

Virus e batteri come fonte di ispirazione. Microbi e altri invisibili molestatori del nostro vivere quotidiano che diventano arte. Accade con le opere del poliedrico artista Flavio Boretti. I suoi ultimi lavori, che compongono “MicroMostri: virus, microbi, batteri e altri ospiti fastidiosi“, sbarcano alla MicroGalleria di Pescara.

Un evento lampo, nello stile pirotecnico e dinamico di un giovane milieu artistico in continua ascesa

LA MOSTRA. Nel caleidoscopico universo di Flavio Boretti, il batterio diventa l’occasione per sorridere dei vizi e delle virtù di uomini e donne contemporanei. Micormostri è una fantasiosa rilettura di quei microscopici esseri che quotidianamente ci accompagnano attentando alla nostra salute. Lontana da ricerche naturalistiche o pretese scientifiche, la mostra sviluppa uno sguardo infantile, un punto di vista sulle paure che le malattie producono nel nostro inconscio e nella società.

Il risultato è una sorta di bestiario aggiornato ai tempi moderni, in cui i virus – pericolosi e a volte mortali –
assumono le sembianze di mostri buffi, fatti di colori sgargianti e materie caramellose.

Boretti ci proietta in un’atmosfera lieve e giocosa senza mai essere superficiale: i denti e le unghie in metallo ci rammentano i rischi che i virus rappresentano per i nostri corpi e per le nostre menti. Le figure di Boretti, più simpatiche che terrificanti, incarnano il tentativo di rendere il pericolo familiare allo spettatore.

Davanti ad uno sguardo dolce e a un colore vivace, chi osserva è convinto ad “abbassare la guardia”. Ma questa è una trappola, che l’artista prepara e subito disvela.

Oltre al corpo umano, infatti, alcuni pericolosi virus attentano al corpo sociale. Nell’immaginario collettivo odierno si osserva un processo lento e subdolo di assuefazione alla violenza e alle aberrazioni. Il male è spesso alimentato dai mass-media, che lo arricchiscono di elementi di fascinazione, rendendolo comprensibile, giustificabile, talvolta addirittura condivisibile.

Proprio come i virus. Se è vero che la società è malata, la malattia nasce e si sviluppa microscopicamente e invisibilmente, già nell’apparente normalità. Da qui il tentativo, da una parte di sperimentare la cura adeguata alla micro-violenza, rappresentata dai virus, esorcizzando le paure, dall’altra di rendere espliciti i pericoli che i virus portano con sé. Il vero rischio, in realtà, è quello di rimanere affascinati, intrappolati e contagiati.

LE OPERE. Alla Microgalleria di Pescara saranno esposti sette dei ventuno quadri che compongono la serie virus, tutti realizzati su lastre di alluminio nel formato 50×50 cm, con tecnica mista di colori acrilici e smalti. Ad ogni opera corrisponde anche una sorta di catalogo esplicativo composto da strisce di quattro vignette, realizzate con la tecnica del disegno vettoriale. Per ogni quadro la striscia presenta una struttura comune e il medesimo modulo: nella prima vignetta è illustrato il virus con il termine scientifico (o spesso pseudoscientifico); nella seconda viene rappresentato l’ambiente in cui vive o si sviluppa il microrganismo, in una forma volutamente stilizzata, minimalista e microscopica; nel terzo riquadro un immaginario soggetto antropomorfo è vittima del virus che lo abita, a causa del suo stesso comportamento; nell’ultima vignetta, su fondo rosso, viene proposta una parte testuale esplicativa, ironica o smaccatamente didascalica, con riferimenti all’ambiente, alla non-violenza, ai mass media, alla cultura e alla società.

L’ARTISTA. Flavio Boretti nasce a Milano nel 1974. Frequenta la fotografia, la grafica, il fumetto, l’animazione e la pittura. La sua intensa produzione artistica gli vale importanti collaborazioni e l’attenzione di prestigiosi circuiti culturali. Nel 2003 dà vita al progetto minimalab.net. Si definisce “grafico precario di professione, giramondo senza passaporto per passione, piuttosto attento al mondo dei media, terrorizzato dalle nuove patologie contemporanee”. Spesso cerca rifugio nelle montagne, “dove posso creare liberamente i miei esperimenti genetici e geometrici”.

MicroMostri: virus microbi batteri e altri ospiti fastidiosi
Personale di arte contemporanea di Flavio Boretti
Domenica 28 novembre 2010
MICROGALLERIA
Via Genova 42 – 65122 Pescara
+39 3403643033 +39 3403643033 +39 3923716617 +39 3923716617       
[email protected]
www.microgalleria.it

biglietti: free admittance
vernissage: 28 novembre 2010. ore 18 – until late

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Perché le donne non hanno il pomo d’Adamo?

Crunch: i migliori esercizi

Leggi anche
  • September bluesSeptember blues: come affrontare il rientro dalle vacanze

    Il September blues è un problema per tantissime persone che stanno facendo i conti con il rientro dalle vacanze: ecco come affrontarlo.

  • propositi settembrePropositi di settembre: come sceglierli e quali ha senso mantenere

    Scegliere i buoni propositi da mantenere a settembre è tutt’altro che semplice, ma di certo lo è ancora di più mantenerli: ecco come fare.

  • sconfiggere l'ansia da lavoroAnsia da esami? 3 consigli per superare al meglio la sessione d’esame

    La sensazione di ansia che si prova prima di sostenere qualsiasi esame è più che fisiologica e non deve destare troppi pensieri.

  • card game g3b6b09290 1280Combattono stress e migliorano la memoria: i benefici dei giochi di carte

    Alcuni studi hanno dimostrato come i giochi di carte siano particolarmente utili a migliorare alcuni aspetti essenziali della nostra vita, apportando dei vantaggi non indifferenti.

Contents.media