Orietta Berti e il marito Osvaldo: “Il pensiero a chi morirà prima”

Il pensiero ricorrente nella mente di Orietta "Chi va via prima: io o Osvaldo? Questo è il pensiero fisso che viene a una certa età”.

Orietta Berti conquista il vertice delle classifiche grazie alla nuova canzone Mille, cantata insieme a Fedez ed Achille Lauro. Durante l’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Orietta si è lasciata andare a pensieri e timori che gironzolano nella sua mente in riferimento al marito Osvaldo Paterlini.

Orietta Berti si racconta

Inizia il racconto della sua infanzia, di quando a solo 18 anni perse il padre in un incidente e di come lei, sua madre e la nonna si siano rimboccate le maniche per condurre una vita dignitosa. All’età di 24 anni sposa Osvaldo Paterlini e confessa “Io e mio marito abbiamo avuto il Covid, siamo stati molto male. Il pensiero è chi va via prima: io o Osvaldo? Questo è il pensiero fisso che viene a una certa età”.

A distanza di anni, dopo essersi sottoposto a diverse operazioni, Osvaldo non fa mistero della sua difficoltà nel seguire la sua amata Orietta: “Adesso Osvaldo si stanca troppo a seguirmi, ha avuto tante operazioni agli occhi, soffre la luce e il rumore. E nel nostro ambiente c’è solo quello: luce e rumore”.

Orietta Berti: il NO a Playboy

Orietta confida un segreto “piccante” o quasi: le riviste Playboy e Playmen le offrirono di posare nuda, ma lei senza troppi indugi rifiutò: “Mi offrirono cifre da capogiro: ma chi le avrebbe sentite poi mia madre e mia suocera”.

La cantante ha confessato anche di essere una grande collezionista di oggetti: bambole, biancheria intima, borse, scarpe e non solo, l’ultima fissa? I ventagli.

Orietta Berti: la discriminazione nei suoi confronti dopo la scomparsa di Tenco

Tasto dolente per Orietta sono i pregiudizi, soprattutto quelli subiti alla fine degli anni ’60, quando fu ritrovato il presunto biglietto di addio di Luigi Tenco, all’interno del quale parlava di un atto di protesta “contro un pubblico che manda Io, tu e le rose in finale”.

L’usignolo di Cavriago ricorda: “È un episodio che ha segnato me personalmente e la mia carriera. C’è stato un periodo in cui nell’ambiente mi schivavano tutti, i giornalisti non volevano intervistarmi e pensare che erano stati loro a non ripescare la canzone di Tenco. Ma sono convinta che il biglietto non lo avesse scritto lui, c’erano due errori di ortografia che mai avrebbe fatto. Per quella storia sono stata messa nell’angolo. Sono sempre stata tartassata, i giornali non scrivevano una riga su di me: eppure vendevo un sacco di dischi, eppure le mie canzoni sono state fatte in tutte le lingue, da gruppi famosi in tutta Europa”.

LEGGI ANCHE: Dieta di Orietta Berti per dimagrire in fretta: come funziona

2 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Emilia
2 Luglio 2021 23:31

Pensa che non sia per tutti questo pensiero? Ma noi in due persone prendiamo due Milà euro. Il problema è un po’ più grande. Che ne dice?

Morena
3 Luglio 2021 6:39

Orietta ti facevo più’ intelligente
Ma sono certa che è tutta invenzione giornalistica

Frullato di spinaci per dimagrire e depurarsi

Frutta e verdura per abbassare la pressione: cosa mangiare

Leggi anche
  • articolo 4Come sta cambiando il marketing nel 2021

    Il marketing digitale ha subito un grande cambiamento dopo l’avvento della pandemia Covid-19: la vita delle persone si è trasformata, sempre più connessa all’ambito digitale.

  • aceto di meleAceto di vino: proprietà e utilizzi

    L’aceto è uno straordinario ingrediente da usare a tavola come condimento, in casa come disinfettante naturale e nei trattamenti di bellezza per la cura della pelle.

  • come arredare camera da letto con lenzuolaCome arredare la camera da letto con le lenzuola

    La fantasia per l’arredo di tutta la casa non si ferma mai, ma per la camera da letto, a quale espediente ricorrere per portare una sferzata di novità senza rinunciare alla funzionalità?

  • balneotherapy 3926747 1280Stress e tensioni: scegli l’idromassaggio

    Le vasche idromassaggio sono dei complementi sanitari fondamentali per donare non solo un tocco in più all’arredo bagno, ma anche per dedicarsi del tempo a fine giornata.

Contents.media