Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

I rischi del Sesso con il ciclo: gravidanza e igiene

sesso con il ciclo

Il sesso con il ciclo è un argomento che crea forti divisioni tra favorevoli e contrari. Scopriamone insieme vantaggi e svantaggi

Fare sesso con il ciclo è una situazione davanti alla quale non vi è una totale concordanza. Vi sono, infatti, persone favorevoli ed altre totalmente contrarie. Avere rapporti intimi, infatti, in questi momenti, può comportare indubbi vantaggi, ma anche notevoli rischi.

Sesso con il ciclo

Molte coppie non interrompono i loro rapporti intimi durante il ciclo mestruale. Infatti, non tutti considerano questi giorni poco adatti a fare sesso. Anzi, molte donne in questo periodo si sentono ancora più propense e alcuni uomini non reputano questa una situazione di disagio.

I vantaggi del fare sesso con il ciclo sono molti. Innanzitutto, la naturale lubrificazione che agevola il rapporto viene incrementata; poi, gli effetti antidolorifici dell’orgasmo risultano essere un toccasana per le donne che soffrono di dolori addominali durante le mestruazioni. Il sesso con il ciclo accorcia il periodo delle stesse mestruazioni in quanto gli spasmi addominali conseguenti all’orgasmo permettono la fuoriuscita di un’elevata quantità di sangue.

Sesso con il ciclo: rischi

Quelli appena elencati sono i principali vantaggi legati al sesso con il ciclo.

Tuttavia, questa condizione può portare anche degli svantaggi ed, in particolare, dei rischi.

Gravidanza

Molti sono convinti che fare sesso con il ciclo protegga dal rischio di una possibile gravidanza. In realtà, si tratta solo di una falsa credenza. Tutto, infatti, dipende dalla regolarità dell’ovulazione e dai giorni di sopravvivenza degli spermatozoi. Quest’ultimi normalmente sopravvivono un paio di giorni all’interno del corpo femminile, ma in alcuni casi possono vivere fino a 4 o 5 giorni. Nel caso in cui l’ovulazione della donna dovesse avere un ritardo o non sia regolare, il rischio di una gravidanza diviene quindi molto alto.

Per quanto riguarda un ciclo regolare, ovvero di 28 giorni, l’ovulazione dovrebbe avvenire all’incirca il quattordicesimo giorno e le mestruazioni aver luogo dopo ulteriori 14 giorni. Il periodo fertile si assesterebbe, perciò, fra il 13° e il 14° giorno. Considerando la vita media degli spermatozoi, i giorni in cui potrebbe avviarsi una gravidanza sarebbero compresi tra il 10° e il 14° giorno dall’inizio delle mestruazioni.

Questo meccanismo è, però, del tutto teorico.

I cicli mestruali non sono tutti uguali e, di conseguenza, anche i giorni dell’ovulazione possono subire variazioni, ovvero avvenire in anticipo o in ritardo rispetto al giorno prefissato. A complicare il tutto vi è anche la possibilità che alcuni cicli abbiamo più ovulazioni. E’, dunque, necessario prestare grande attenzione nel caso in cui il rapporto intimi avvenga in modo non protetto.

Igiene

Per quanto riguarda l’igiene, fare sesso con il ciclo prevede delle accortezze particolari. Innanzitutto, come per ogni rapporto intimo, prima di iniziare un rapporto sessuale è sempre buona norma lavarsi in maniera accurata. Questo, oltre ad essere una questione di igiene, diviene anche un segno di rispetto per l’altra persona e un modo per sentirsi a proprio agio.

Durante il ciclo è probabile sporcare le lenzuola. Per evitare questo, è sufficiente mettere un telo sul materasso risolvendo molto semplicemente il problema. E’ importante sapere che, specialmente durante il ciclo mestruale, aumenta la possibilità di trasmettere infezioni sessuali.

Il sangue, infatti, è il luogo ideale per la prolificazione dei germi. Il consiglio rimane, quindi, quello di proteggersi sempre con un profilattico.

© Riproduzione riservata
Leggi anche