Notizie.it logo

Stretching per il pettorale

Stretching per il pettorale

di Gianfranco Di Mare

Performance Engineer

 

Continuiamo con la descrizione dell’esercizio presentato nel post precedente, a mio avviso il più indicato per lo stretching del pettorale.

Come si vede dalle immagini, l’idea è piuttosto semplice: si ferma il braccio abdotto contro un punto di leva e si torce il busto in direzione opposta.

Se siete a casa lo stipie di una porta andrà più che bene!

In pratica c’è una serie di trucchetti che è opportuno conoscere per fare bene l’esercizio ed ottenerne i migliori benefici:
Meglio non fare leva con la mano, ma col polso: rilasserete i tendini della mano! Quindi poggiate il polso. Dovete curare la posizione di partenza, che è molto importante. Tre concetti, tutti fondamentali: spalle basse, petto in fuori, spalla indietro.

La forza da utilizzare per la trazione deve venire esclusivamente dal fatto che, lentamente, muovendo i piedi ruotate l’intera figura in direzione contraria all’appoggio (cioè verso sinistra – in senso antiorario – quando fate stretching per il braccio destro). Non fate forza col busto o con le spalle, la parte superiore del corpo deve rimanere del tutto passiva e rilassata. Più spalla e busto restano “indietro” rispetto ai piedi, meglio è.

Attenti a focalizzare l’allungamento del pettorale: la prima cosa che istintivamente viene di fare per “spingere di più” è sollevare la spalla attualmente in stretching. Questo errore (che potete vedere sia nell’immagine che accompagna questo post che in quella del post precedente) si commette perché quando il pettorale (o l’articolazione) arriva a fondo corsa, l’unico modo per continuare a torcere il busto è sollevare la spalla. È, in effetti, un eccesso di buona volontà.

Naturalmente questo non deve succedere, perché il pettorale si scarica e l’esercizio diventa inutile. Spalle basse! Più il petto è gonfio, più sarà facile avvertire quanto il pettorale si stia effettivamente allungando. Una volta che il pettorale sia arrivato a trazione, non dovete fare nulla: ricordate tutto ciò che sapete sullo stretching!
Buon lavoro, e fatemi sapere come va. 

Image courtesy golfvic.org

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.