Zenzero: la radice dalle proprietà dimagranti

Come beneficiare delle proprietà dimagranti delle radici dai benefici antiossidanti, antibiotiche e digestive.

Lo zenzero è comparso nella nostra alimentazione di recente. Fino a qualche decennio fa infatti era un elemento caratterizzante la cucina asiatica. Nella tradizione italiana veniva usato giusto per fare i biscotti di Natale. Lo zenzero è una pianta della famiglia delle Zingiberaceae che ha origini orientali.

Lo zenzero si trova in commercio sotto forma di radice fresca o in polvere. Oggigiorno presente anche come integratore in forma di capsule.

Zenzero: proprietà dimagranti

Lo zenzero è ricchissimo di proprietà benefiche, tra cui spiccano le proprietà antinfiammatorie, antibiotiche, antiossidanti, antitumorali e digestive, di prevenzione degli stati influenzali e come protettore delle mucose gastriche. Zenzero che si rivela inoltre prezioso nel processo di dimagrimento.

Questo perché l’elemento principale che costituisce lo zenzero è il gingerolo, ovvero il responsabile delle attività dimagranti.

Advertisements

Il gingerolo è una sostanza a carattere termogenico che, attraverso la sua caratteristica piccante, eleva la temperatura del corpo e innesca l’accelerazione del metabolismo. Questo risveglio metabolico che produce lo zenzero rafforza il processo di dimagrimento e attiva lo scioglimento del grasso addominale, in modo particolare quando si abbina allo zenzero una sana ed equilibrata alimentazione.

Lo zenzero contribuisce a ridurre il senso di fame e coadiuva la digestione dei carboidrati e delle proteine facendo si che il nostro organismo possa eliminare facilmente i gas intestinali, favorendo la conquista del tanto ambito obiettivo pancia piatta.

Lo zenzero si può consumare sia crudo che cotto, da solo o inserti nelle ricette di uso quotidiano.

Per un effetto dimagrimento è opportuno consumare da 15 ai 30 grammi di zenzero fresco al giorno. Perfetto anche in decotto tagliando a fette sottili la radice e mettendola in un bricco con 250 ml di acqua fredda e portare a ebollizione. Lasciar bollire qualche minuto e spegnere il fuoco. Buona ed efficace la tisana che si preparare aggiungendo a 600 ml di acqua qualche fetta di zenzero portando a ebollizione e poi lasciandola riposare per almeno 15 minuti.

Sia al decotto che alla tisana è molto gradevole l’aggiunta della cannella, che, tra l’altro, aumenta la proprietà dimagrante dei preparati.

Al fine di assimilare in toto le proprietà dello zenzero fresco è però consigliabile utilizzarlo crudo. Quindi usarne striscioline sottilissime nelle insalate, per condire la carne o il pesce, insieme ad avocado e mango per esempio come contorno, oppure semplicemente masticandone di tanto in tanto una fetta. Per chi preferisse lo zenzero in polvere le soluzioni di utilizzo in cucina sono davvero moltissime.

La polvere di zenzero può essere aggiunta a qualsiasi tisana o in qualsiasi infuso, o per spolverare tranci di pesce fatto alla griglia o sulla bistecchiera in ghisa. Sul salmone ha una resa davvero pazzesca. Il lato positivo dello zenzero in polvere è che se ne può usare anche solo un pizzico alla volta senza dover quindi infondere a una portata un sapore particolarmente spiccato o acuto.

Scritto da Chiara Cichero
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I migliori alimenti per depurare il fegato

Quali sono i benefici psicologici nello smettere di fumare?

Leggi anche
Contents.media