In quali alimenti si trova la vitamina K?

Quali sono gli alimenti in cui si trova la vitamina K? Scopriamo insieme quali cibi aggiungere alla propria dieta alimentare per evitare carenze.

La vitamina K, conosciuta anche come naftochinone, fa parte delle vitamine liposolubili e per questo viene assorbita insieme ai grassi alimentari e accumulata nel fegato. Impariamo a conoscere bene questa preziosa sostanza e vediamo nello specifico quali sono gli alimenti che ne contegono grandi quantità.

A cosa serve la vitamina K

La vitamina K si classifica in genere in vitamina K1 e vitamina K2.

La prima si trova negli alimenti ed è necessaria per far funzionare correttamente il sistema di coagulazione del sangue, inoltre è essenziale anche per l’assorbimento del calcio nelle ossa.

La seconda invece viene introdotta nell’intestino dai batteri e arriva poi ai vasi sanguigni. Questa si può integrare anche consumando alimenti fermentati.

Alimenti ricchi di vitamina K

Gli alimenti ricchi di vitamina K sono principalmente cibi di origine vegetale quali:

  • pomodori
  • spinaci
  • cavoli
  • cime di rapa
  • broccoli
  • cavolfiore
  • cavoletti di bruxelles
  • verza
  • carciofi
  • lattuga
  • piselli
  • ceci

La vitamina K si trova in buone quantità anche in tutta la frutta e persino nei cereali. Anche il tè verde è un prodotto che offre importanti quantità di questa sostanza e che quindi andrebbe consumato di frequente.

Questa vitamina si trova in grandi quantità anche in alimenti di origine animale come ad esempio nel fegato, ma anche nelle uova e nella carne.

Fabbisogno giornaliero di vitamina K

Il fabbisogno giornaliero di vitamina K per un individuo sano è pari a circa 70 microgrammi al giorno. Un tale quantitativo è assumibile senza problemi attraverso un’alimentazione sana ed equilibrata.

Nello specifico, fino ai 14 anni il fabbisogno è di 45 microgrammi.

In età adulta, invece, dai 25 anni in poi, gli uomini devono consumare 80 microgrammi al giorno mentre le donne hanno bisogno di 65 microgrammi.

Nel caso di carenze importanti è possibile chiedere consiglio al proprio medico ed affidarsi ad integratori specifici.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come difendersi dall’inquinamento atmosferico: le soluzioni efficaci

Glutei donna sodi: i migliori esercizi e rimedi naturali

Leggi anche
  • dieta di NoemiDieta di Noemi: i benefici del metodo Tabata

    Con la dieta di Noemi e il metodo Tabata, a base di allenamento cardio intenso, si ottengono risultati ottimali per un fisico asciutto.

  • paolo del debbioLa dieta di Paolo Del Debbio: come ha fatto a perdere 30kg?

    Paolo Del Debbio, giornalista e conduttore televisivo, è dimagrito fino a 30 kg. Ecco la dieta che ha seguito.

  • elettra lamborghiniLa dieta di Elettra Lamborghini: cosa mangia la cantante?

    Elettra Lamborghini, cantante e influencer, è in perfetta forma. Ecco la dieta seguita dalla cantante, regina del twerking.

  • dieta antinfiammatoriaDieta: come perdere gli ultimi difficili chili

    Consumare una colazione abbondante e dei pasti dove si privilegiano le proteine, permette di perdere con facilità gli ultimi chili della dieta.

Contentsads.com