Allenamento aerobico: come dosare l’attività fisica

I consigli migliori per gestire l'allenamento aerobico, anche a casa propria.

Tutt’altro discorso per l’attività a carattere principalmente aerobico (corsa lunga, ciclismo, sci di fondo, marcia, voga, nuoto di fondo…). In queste attività è bene che lo stimolo sia frequente, e prolungato. Anche perché allenamenti di durata diversa sollecitano diversi aspetti della resistenza e della potenza aerobica.

Allenamento aerobico: come farlo

Molto probabilmente, chi è soddisfatto di uscire tre o quattro giorni a settimana a sgranchirsi i muscoli sta bene… come sta! In genere in questi casi si fa sempre un lungo più o meno lento (si tratti di voga o di jogging), reso più frizzante da estemporanee e casuali variazioni di ritmo. Chi invece desidera continuare a migliorare oltre le fasi iniziali si divertirà certamente di più se si porrà degli obbiettivi.

Cosa vi piacerebbe fare? Finire una maratona? Scalare in bici le tre cime di Lavaredo? Risalre il Tevere in canoa? Cimentarvi in pista? Battere un record personale?

Quale che sia l’obbiettivo, sarete in grado di dare una direzione alla vostra preparazione. Gli allenamenti “di resistenza” sono molto variegati, e per ottimizzare il nostro impegno bisogna sapere cosa si vuole fare. Cominciate a scaldarvi!

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mangiare e allenarsi: meglio prima o dopo?

Le cause dei crampi alle gambe: quando ci vengono?

Leggi anche
Contents.media