Colazione sana e nutriente: come si fa e quali sono i cibi da evitare

La colazione, nonostante sia il pasto più importante della giornata, deve essere assunta con criterio.

La prima colazione è il pasto fondamentale per affrontare con energia l’intera giornata. Nonostante questa frase possa risultare un noto e ripetitivo luogo comune, esistono ancora troppe persone che per svariati motivi, come la fretta o l’assenza di appetito al risveglio, saltano questa necessaria tappa.

L’importanza della colazione si può comprendere con un semplice esempio che, nel mondo digitale di oggi, potrebbe rappresentare chiunque: così come lo smartphone non potrebbe essere usato senza la vitale ricarica notturna, il fisico non potrebbe rendere nelle sue quotidiane prestazioni senza un mattutino pasto ad hoc.

É importante sapere che gli alimenti ideali per una sana colazione devono essere scelti con criterio, infatti il consumo di cibi errati può innescare un cattivo funzionamento del metabolismo che verrebbe appesantito e rallentato. Il segreto risiede nel cercare di non innalzare l’insulina, quindi lo zucchero nel sangue. Vediamo insieme tutti gli errori da non commettere se si vuole seguire una colazione sana e nutriente.

Colazione sana e nutriente: gli errori da non fare

Esistono alcuni errori comuni che si commettono frequentemente durante la colazione, ma se appresi e conosciuti possono essere evitati con semplicità:

  1. Consumare Corn flakes: questi cereali incarnano uno dei falsi miti più celebri tra le persone. Contrariamente a quanto creduto, non sono dietetici né tantomeno salutari, infatti gli amidi al suo interno sono presenti in una forma assorbibile istantaneamente dal corpo e con un elevato indice glicemico. Inoltre, sono dei carboidrati quindi è necessario controllare la quantità che viene assunta.
  2. Bere succhi di frutta industriali: chiunque almeno una volta nella vita ha bevuto un succo di frutta, tanto amato soprattutto dai più piccoli. Dissetante ma al contempo eccessivamente ricco di glucosio e fruttosio, elementi che lo rendono una bevanda zuccherina e non funzionale poiché priva di alcuna vitamina e incline all’ingrassamento. Una valida bibita alternativa è l’ estratto, preferibilmente composto da verdure fresche, che risulta la tecnica migliore per conservare le proprietà di un prodotto.

  3. Utilizzare troppa marmellata: spesso si considera questo prodotto salutare in quanto associato alla frutta stessa. Alcune composte però, soprattutto quelle estremamente economiche, sono sature di edulcoranti e zucchero che aumentano l’ormone dell’insulina. Dunque, se usata male, la marmellata apporta un senso di sazietà che svanisce nel breve tempo.
  4. Bere solo caffè: il caffè ha una funzione stimolante e ristoratrice, un vero alleato per il corpo umano! Però, risulta gravemente dannoso se consumato a stomaco vuoto poiché incrementa la produzione di acido cloridrico che è il principale responsabile della gastrite. In concomitanza con il caffè a stomaco vuoto è anche importante
    evitare il consumo di succhi di frutta o spremute, anch’esse stimolanti e sconsigliate per la gastrite.
  5. Evitare le uova: la fatidica “colazione all’americana” con le uova, raffigura una vera amica leale. Infatti, l’uovo ha un effetto saziante che favorisce la perdita di peso. Contiene grassi insaturi, vitamine e antiossidanti che aiutano a prevenire l’arterosclerosi e sono una fonte completa di proteine. Esistono numerosi modi per cucinarle in modo salutare e nutriente.

I giusti abbinamenti

Molteplici sono le colazioni salutari consigliate dagli esperti, ma la più apprezzata e seguite del 2020 risulta quella composta da: pane e olio, avocado e tè verde.

Il pane tostato comporta un aiuto prezioso per il corpo umano, che con l’abbinamento dell’olio extravergine di oliva, ricco di proprietà antiossidanti, ne rallenta l’assunzione degli zuccheri permettendo un senso di sazietà maggiormente prolungato nel tempo. L’avocado, invece, è un frutto molto povero di zuccheri ma colmo di principi nutritivi essenziali come la vitamina E o la vitamina B. Per concludere in maniera funzionale la colazione, si consiglia l’accompagnamento di questi cibi con una tazza di tè verde, da mantenere in infusione per 8-10 minuti, in quanto le sue foglie racchiudono la percentuale più elevata di principi antiossidanti che si possa reperire in natura.

In conclusione, si può sostenere che una corretta colazione aiuta in maniera determinante le funzionalità del fisico che è responsabile delle prestazioni quotidiani che ogni giorno l’uomo è chiamato a fare nel percorso della vita.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

9 alimenti che saziano e ti fanno restare in forma: tutti i consigli

Antidolorifici naturali: i migliori rimedi omeopatici

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.