Notizie.it logo

Dieta per dimagrire pancia e fianchi: i consigli

dieta per dimagrire pancia e fianchi

Come ritornare in forma con una dieta per dimagrire pancia e fianchi: tutti i consigli.

Antiestetici rotolini di grasso occhieggiano minacciosi su pancia e fianchi e guardarsi allo specchio può diventare un’operazione difficile. Come fare per annientarli? Basta cominciare a muoversi regolarmente e a seguire un’alimentazione che comprenda cibi ad hoc.

Seguire alcune regole di base quindi, automotivazione, movimento, introito calorico minore di quello che si spende.

Dieta per dimagrire pancia e fianchi

La prima cosa è eliminare i carboidrati raffinati sostituendoli con quelli integrali. Questi ultimi infatti hanno un basso indice glicemico, non causano impennate della glicemia responsabile del sovrappeso e dell’obesità. Inoltre contengono fibre, le spazzine dell’organismo, che aiutano il senso di sazietà e ad eliminare le tossine.

Quindi consumare cereali integrali, alternandone i vari tipi, 5 porzioni tra frutta e verdura, tre di latticini light e due di carne o pesce magri. Da portare in tavola anche avena, mele, frutti di bosco e fagioli ricchi di fibra solubile che rallenta l’assorbimento di grassi e zuccheri aiutando a regolare i livelli di insulina.

Introdurre grassi buoni come l’olio d’oliva e i semi e ridurre drasticamente i grassi saturi.

Se si riesce a seguire una dieta di questo tipo a calorie controllate e ad allenarsi almeno un’ora al giorno, si riuscirà a perdere grasso sulla pancia e sui fianchi molto rapidamente.

I carboidrati, anche se integrali vanno consumati in piccole quantità, senza esagerare perchè hanno il difetto di trattenere acqua nei tessuti.

Attenzione però, vanno ridotti, ma non eliminati perchè costituiscono il caburante dell’organismo, ci danno l’energia necessaria per affrontare la giornata e, proprio per questo motivo andrebbero consumati al mattino o al massimo a pranzo.

In questo modo avremo il tempo di convertirli in energia durante il giorno, cosa che non avviene la sera. Consumati la sera infatti si trasformerebbero in grasso sul girovita.

Da ridurre anche farine e lieviti responsabili del gonfiore addominale.

Alcuni cibi consigliati sono gli stimolanti del metabolismo, ma naturali, tipo alcune spezie come il peperoncino che causa un effetto termogenico, di innalzamento della temperatura corporea quindi, che aumenta il metabolismo.

Una buona idea è quella di bere molto per stimolare la diuresi, soprattutto tè verde, che preso almeno tre volte al giorno per tre settimane assicura un potente effetto bruciagrassi.

Non dovete farvi mancare le proteine, saziano e stimolano il metabolismo a lavorare di più, quindi scegliete pesce, carne magra alternandoli a proteine vegetali.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.