Gli 8 semi migliori per la dieta: i consigli

I consigli sugli 8 migliori semi per mantenersi in forma e seguire la dieta.

Ricchi di fibre, proteine e acidi grassi essenziali, i semi ricoprono un ruolo fondamentale nell’alimentazione. Indicati soprattutto per chi segue un regime alimentare ipocalorico o una dieta, questi sono in grado di contrastare la comparsa di malattie cardiovascolari e di diabete, regolare i livelli di zucchero nel sangue e rallentare l’invecchiamento cellulare.

Soprattutto negli ultimi anni, infatti, i semi hanno preso piede nell’alimentazione quotidiana arricchendo pane, yogurt, cracker, insalate, salatini, ecc. Tuttavia, per godere dei loro benefici è opportuno selezionare gli 8 semi maggiormente ricchi di principi nutritivi (macronutrienti e micronutrienti) e dosarli accuratamente affinché rimangano nei limiti previsti dal fabbisogno giornaliero.

Gli 8 semi migliori per la dieta

Come accennato, i semi hanno un ruolo fondamentale nell’alimentazione. Per questa ragione è possibile stilare una lista degli 8 semi maggiormente indicati per coloro che seguono una dieta.

Questi sono:

1. Semi di chia: particolarmente ricchi di calcio, fibre, proteine e antiossidanti, sono particolarmente indicati nell’ambito di diete ipocaloriche poiché in grado di regolare efficacemente il livello di zuccheri e di colesterolo nel sangue. Per questa ragione, i semi di chia contrastano l’aumento di peso e l’insorgenza di malattie cardiovascolari;

2. Semi di zucca : noti per essere ricchi di antiossidanti, zinco, acidi grassi (Omega 3), proteine vegetali, vitamina B e acido folico, sono ideali per regolare il livello di colesterolo nel sangue.

Non solo, i semi di zucca sono in grado di favorire il benessere dell’organismo e più in particolare la sintesi della serotonina (grazie al triptofano) e dunque il buonumore;

3. Semi di canapa: i semi di canapa appartengono al gruppo dei cosiddetti alimenti proteici. Al loro interno sono presenti dieci differenti amminoacidi e una grande dose di fibre;

4. Semi di girasole: sono un vero toccasana per chi desidera dimagrire in maniera sana infatti, permettono di velocizzare il metabolismo e aumentando il senso di sazietà.

I semi di girasole sono ideali da assumere come snack nel pomeriggio o durante la mattinata come spezza fame oppure prima dell’attività sportiva come fonte di energia naturale. È importante non eccedere (dose consigliata 2 cucchiai al giorno) per evitare di assumere una dose eccessiva di grassi, naturalmente presenti al loro interno;

5. Semi di lino: sono ottimi per favorire il corretto funzionamento dell’intestino evitando il gonfiore intestinale e favorendo l’eliminazione delle scorie. Non solo, assumerli permette di migliorare il metabolismo dei grassi. Se ne consiglia una dose giornaliera di 3 cucchiai che possono essere utilizzati per condire un’insalata, per accompagnare uno yogurt magro oppure per sostituire i normali condimenti su carne e pesce cotti alla piastra;


6. Semi di sesamo: grazie all’alta percentuale di fibre e oli naturalmente presenti all’interno, i semi di sesamo favoriscono il dimagrimento e sono perfetti sostituti dei normali condimenti. Data la presenza di olio al loro interno, i semi di sesamo possono essere assunti tostati o meno (in una dose massima di un cucchiaio al giorno) all’interno dell’insalata, per condire un humus di ceci light oppure nell’impasto del pane;

7. Semi di soia: ricchi di proteine, sono un valido alleato durante la dieta. I semi di soia, infatti, sono in grado di limitare l’accumulo di grasso nelle cellule e contestualmente, grazie ai peptidi (proteine digestive) bloccare l’infiammazione che ne deriverebbe. Nelle diete vegane o vegetariane, naturalmente prive di proteine animali, i semi di soia possono rappresentarne una fonte alternativa. Utilizzati sull’insalta o per cucinare le verdure, rappresentano una soluzione ideale per bilanciare i nutrienti della propria dieta evitando i prodotti di origine animale;

8. Semi di melograno: il melograno rientra tra i cosiddetti alimenti brucia-grassi. Infatti, oltre al notevole apporto di antiossidanti, questi semi sono in grado di favorire la perdita di peso stimolando il metabolismo e consentendo al corpo di eliminare correttamente le scorie, ridurre la ritenzione idrica e l’adipe localizzato.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

7 cose da fare appena svegli: le abitudini migliori

Dopobarba fai da te: le migliori ricette

Leggi anche
  • parmigiano reggianoParmigiano Reggiano: gli abbinamenti migliori per ogni stagionatura

    Il parmigiano reggiano è uno degli ingredienti più amati della cucina italiana, vediamo alcuni nuovi abbinamenti da usare durare i pasti.

  • Dieta delle Zone Blu: cos'è, quando farla e controindicazioniDieta delle Zone Blu: cos’è, quando farla e controindicazioni

    La dieta delle Zone blu, delle diverse regioni del mondo record della longevità, è una delle diete più seguite. Ecco di cosa si tratta e quando seguirla.

  • Quali sono le controindicazioni delle bacche di Maqui?Quali sono le controindicazioni delle bacche di Maqui?

    Le bacche di Maqui, tipiche della Patagonia, hanno anche degli effetti collaterali. Ecco di cosa si tratta.

  • Tisana asparago: benefici e proprietàTisana asparago: benefici e proprietà

    Tisana asparago, tutti i benefici e le proprietà che contiene questo alimento, utile in cucina ma non solo. Ha effetti benefici sull’organismo, sulla pelle.

Contentsads.com