Frutta secca a guscio: i benefici per l’organismo

La frutta secca a guscio aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e contiene molti sali minerali, fibre e antiossidanti.

La frutta secca a guscio è uno degli alimenti che gli esperti consigliano di mangiare abitualmente perché ricca di sostanze benefiche per la salute dell’organismo. Scopriamone insieme le caratteristiche.

Frutta secca a guscio: le proprietà

La frutta secca a guscio viene definita anche come oleosa o lipidica, per via del suo elevato contenuto di grassi insaturi e polinsaturi, quindi grassi “buoni” come Omega-3 e Omega-6.

Questa tipologia di grassi contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, preservando così la salute del cuore e dell’apparato circolatorio e riducendo al tempo stesso il rischio di malattie cardiovascolari.

La frutta secca a guscio contiene poca acqua e pochi zuccheri, ma ha una buona quantità di proteine, circa il 13% per 100 grammi di prodotto. Inoltre, la frutta secca a guscio è ricchissima di vitamine B ed E, importanti antiossidanti, e contiene anche fibre e sali minerali come ferro, potassio, fosforo, rame, calcio e magnesio.

Anche se questo tipo di frutta apporta una gran quantità di calorie (circa 600 kcal per 100 grammi di prodotto), gli esperti ne consigliano il consumo regolare facendola rientrare in un corretto e sano regime dietetico, adatto agli sportivi ma anche a vegani, vegetariani e celiaci. La frutta secca a guscio, infatti, non contiene glutine.

Frutta secca a guscio: quando mangiarla?

Rientrano nella categoria della frutta secca a guscio mandorle, pinoli, noci, nocciole, pistacchi, castagne e arachidi.

Essendo tutti ricchi di sostanze nutritive, gli esperti raccomandano di consumare questo genere di alimenti a colazione e durante la giornata come spuntino tra un pasto e l’altro. In questo modo fornisce la giusta quantità di calorie ed energia di cui il corpo ha bisogno durante la giornata.

La frutta a guscio va consumata in quantità moderata ed è meglio evitare di mangiarla la sera a fine pasto, perché fornirebbe un eccesso di calorie e appesantirebbe la digestione.

Infine, questo genere di alimento è consigliato a tutti ma è particolarmente adatto a chi fa attività sportiva e alle donne in gravidanza.

Frutta secca a guscio: le controindicazioni

La frutta secca a guscio è sconsigliata a chi soffre di patologie dell’apparato digerente come colite, rettocolite ulcerosa, gastrite, ulcera e morbo di Crohn, perché contiene una gran quantità di fibre.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Foglie di stevia: proprietà e controindicazioni del dolcificante naturale

Spinaci: le controindicazioni per tiroide e reni

Leggi anche
  • dieta della menopausaDieta della menopausa: come dimagrire a 50 anni

    Il consumo di alcuni alimenti, una buona e costante attività fisica sono gli ingredienti della dieta della menopausa per tornare in foma naturalmente.

  • dieta vegetarianaDieta vegetariana: i benefici, i contro e gli integratori naturali

    Seguire la dieta vegetariana significa andare incontro a una alimentazione più sana, maggiormente equilibrata e anche attenta al benessere del pianeta

  • dieta andrea larosaLa dieta di Andrea Larosa: cosa mangia l’atleta di Calisthenics

    Andrea Larosa, atleta italiano di Calisthenics, segue una particolare dieta. Ecco cosa mangia il campione.

  • isabella ferrari dietaIsabella Ferrari svela la sua dieta: come si tiene in forma?

    Isabella Ferrari ha svelato la sua dieta, ecco come si mantiene in forma l’attrice italiana di televisione, teatro e cinema.

Contentsads.com