L’arancia come antistress: una ricchezza di proprietà

Non solo vitamina C: tra le tante proprietà dell'arancia anche un'azione di vero antistress. Ma come fa?

L’arancia è la migliore amica della nostra salute per diversi motivi. Le sue proprietà sono infatti numerose, e tra queste si riconosce che l’arancia può essere anche un antistress. Come?

Arancia come antistress e non solo

Non c’è niente che possa far partire al meglio una giornata produttiva quanto una buona spremuta d’arancia.

All’interno di questo succo si ritrovano tantissime proprietà benefiche per la nostra salute grazie al fatto che le arance siano un vero e proprio concentrato di vitamina C: un’arma del corpo umano per difendersi da raffreddore, febbre, influenza stagionale.

Le arance sono inoltre ricche di antiossidanti che contrastano i radicali liberi, proteggono il nostro cuore e sono un ottimo alimento anche per la giovinezza della nostra pelle. La ricchezza di bioflavonoidi dell’arancia le permette di aiutare flusso e vasi sanguigni, e di lavorar a favore del collagene del tessuto connettivo.

Inoltre, sono ricche di fibre: indispensabili alleate del nostro intestino.

L’azione antistress

Grazie ad un alto contenuto di acido folico – indispensabile soprattutto per le donne in gravidanza – le arance svolgono anche una azione antistress.

In particolare, l’acido folico aiuta a ridurre la stanchezza fisica e mentale, contrastando in questo modo anche gli stati di stress cui sono sottoposte le persone durante il giorno.

L’arancia può fare inoltre da antistress grazie alla presenza di un altro minerale molto adatto allo scopo: il calcio.

Questo infatti è fondamentale per i nervi, oltre ad essere essenziale per ossa e muscoli.

I diversi benefici delle arance – rafforzare le difese immunitarie, proteggere da virus e batteri, aiutare la salute dell’apparato cardio-circolatorio, rafforzare denti e ossa, svolgere un effetto drenante – non possono che influire positivamente sulla salute psichica oltre che fisica della persona. Il detto “mens sana in corpore sano” casca a pennello: un fisico malandato, non curato, con diversi acciacchi non può che essere motivo di stress per la persona.

Il ruolo dell’olio essenziale

L’olio essenziale che si estrae, in particolare, dall’arancio dolce può esercitare un’azione sul sistema nervoso. Questo alimento ha una funzione antidepressiva (anche se in minima parte) e induce rilassamento, dunque riduce i sintomi dell’ansia e gli effetti dell’insonnia.

Se si soffre di ansia o stress è sufficiente spalmare qualche goccia di olio sui polsi ed inalarne l’essenza. Oppure lo si può utilizzare durante un bagno caldo.

Come consumare arance per ottenerne benefici

Per far sì che il consumo di arance risulti effettivamente benefico per la salute, seguiamo qualche suggerimento.

Innanzitutto, è bene scegliere arance di cui si conosce l’origine e la produzione. Dopodiché, sarà fondamentale la modalità di conservazione: conservarle in malo modo o consumarle dopo troppo tempo – nonostante le arance in inverno durano anche un mese – potrebbe significare la perdita dei loro nutrienti.

In cucina, oltre al succo d’arancia puoi sfruttare qualunque sua parte: la polpa, la buccia per ricette dolci e salate. Si può essiccare, rendere candita, oppure farne un marmellata. Dell’arancia infatti non si butta nulla, e tutto di questo frutto fa bene alla salute.

Infine, l’arancia può essere consumata in ogni momento della giornata – tranne di sera – e quanta si vuole. Berne e mangiarne in grande quantità non può che essere salutare, e lo si noterà dopo un frequente utilizzo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Esercizi cardio brucia grassi: esempi e consigli

Distrofia muscolare: quando è necessario preoccuparsi?

Leggi anche
Contents.media