Ippocastano, un aiuto contro vene varicose e gambe pesanti

L'ippocastano è un ottimo antinfiammatorio naturale, allevia dolori, prurito ed edemi e riduce la distruzione della vitamina C.

L’ippocastano, chiamato anche castagno d’India, non è solo una pianta ornamentale, ma è anche ricco di proprietà benefiche. Scopriamolo insieme.

Proprietà dell’ippocastano

L’ippocastano viene molto utilizzato in erboristeria per via delle sue proprietà benefiche per la salute. Queste ultime sono dovute alla presenza di saponine e flavonoidi, come quercetina e rutina, che sono molto utili per la salute dei capillari e delle vene.

L’ippocastano, non a caso, viene utilizzato per migliorare il drenaggio linfatico, per aumentare la pressione venosa, per ridurre la permeabilità dei capillari e perché ha un effetto antinfiammatorio. Gli estratti della pianta la rendono un ottimo rimedio naturale per trattare l’insufficienza venosa cronica, soprattutto quella delle gambe.

L’ippocastano, però, possiede anche altre proprietà: esso, infatti, è in grado di alleviare edemi, dolori, prurito e senso di tensione e affaticamento delle gambe, oltre che aumentare la resistenza e l’elasticità dei capillari.

La pianta possiede anche proprietà antinfiammatorie, antiedematose e antiessudative, e aiuta a ridurre la distruzione della vitamina C.

Benefici dell’ippocastano

L’ippocastano viene utilizzato come rimedio naturale contro diversi disturbi. Gli estratti della pianta, per esempio, servono a preparare delle pomate ottime per alleviare i fastidi delle emorroidi, come bruciore e prurito.

Gli estratti della pianta, utilizzati per preparare una crema, aiutano anche a ridurre ematomi e lividi causati da traumi: basta spalmare l’unguento più volte al giorno nella zona interessata.

Il vegetale, infatti, possiede proprietà antinfiammatorie che aiutano la circolazione del sangue e favoriscono la riparazione cellulare.

Tuttavia, l’ippocastano è maggiormente conosciuto e apprezzato per via delle sue proprietà benefiche su vene varicose e gambe gonfie e pesanti. Il macerato glicerico della pianta, infatti, è consigliato per la stasi e la congestione venosa e per i disturbi legati alla cattiva circolazione del sangue. Il rimedio naturale tonifica le vene e contribuisce al restringimento delle varici dilatate.

Le pomate, le tinture madri o altri rimedi a base di ippocastano, invece, sono un valido aiuto per alleviare la sensazione di gonfiore e pesantezza delle gambe, soprattutto in estate, quando le temperature sono elevate.

Controindicazioni dell’ippocastano

L’ippocastano potrebbe provocare pruriti e disturbi gastrointestinali. La pianta, inoltre, potrebbe interagire con alcuni farmaci e creare problemi a chi soffre di insufficienza renale. Prima di assumerlo, quindi, è meglio consultare un medico.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dieta per cardiopatici: l’alimentazione giusta per prevenire malattie

Integratori sessuali maschili: proprietà e utilizzi

Leggi anche
Contents.media